Castelfranco: convenzione con la Lipu per il recupero di cuccioli di animali selvatici

Lo scopo è la tutela e la salvaguardia della fauna locale. Ecco cosa fare se si soccorre un animale

Il Comune di Castelfranco di Sotto si avvarrà della professionalità e dell'esperienza dell'associazione Lipu, che gestisce il Cruma, Centro recupero uccelli marini e acquatici, di Livorno, per il soccorso e recupero dei pullus e dei cuccioli di fauna selvatica in difficoltà nel territorio. Il Cruma è uno dei più importanti Centri recupero fauna selvatica d’Italia, sia per numero di ricoveri e collaborazioni con Università ed Enti di ricerca sia per le dotazioni tecniche e di comparto veterinario.

"Sappiamo di affidare il soccorso e recupero degli animali in buone mani - ha commentato il sindaco di Castelfranco Gabriele Toti - Lipu è un'associazione riconosciuta a livello nazionale e già in passato abbiamo avuto modo di collaborarci come Comune. Sono sicuro che la nostra ricchezza faunistica possa essere tutelata e salvaguardata nel migliore dei modi grazie al loro aiuto".

Ha aggiunto l'assessore all'Ambiente Federico Grossi: "Questa convenzione fa seguito anche ad un altro tipo di soccorso animale, quello operato dall’Associazione Amici Animali a 4 Zampe in collaborazione con la Pubblica Assistenza di Ponsacco. Un servizio di ambulanza veterinaria che abbiamo attivato sul nostro territorio già da alcuni anni. Un altro segno tangibile della nostra sensibilità e attenzione verso gli amici animali. I nostri boschi, come anche le nostre campagne, sono ricchi di animali di molte specie diverse. Un patrimonio prezioso al quale dobbiamo dedicare una particolare attenzione. Troppo spesso si pensa di poter salvare un cucciolo trovato per caso, ma occorrono mani esperte e metodi ben precisi per operare un soccorso in modo da restituire quell'animale al suo habitat naturale”.

"Da sempre, adoperandoci per il soccorso alla fauna selvatica in difficoltà per il loro benessere e reintroduzione in natura, il nostro scopo è anche quello di essere un punto di riferimento per i cittadini e per le istituzioni dei territori delle provincie di Pisa e Livorno - hanno dichiarato gli operatori del Cruma - siamo felici che il Comune di Castelfranco di Sotto, in ottemperanza delle normative vigenti, sostenga le nostre attività permettendoci così di aumentare le possibilità di aiutare gli animali e le persone che li rinvengono".

Cosa fare se si soccorre un animale

Una volta soccorso l’animale e che il soccorritore è stato autorizzato dalla Polizia Municipale alla detenzione temporanea di fauna selvatica, si procederà in uno dei seguenti modi:

1. Il Comune proporrà al soccorritore di consegnare direttamente l’animale al Cruma, oppure di contattare direttamente la struttura per ricevere informazioni sulle pratiche corrette da attuare;

2. Il Comune attiverà il soccorso sul territorio attraverso Cruma.

Nell’ipotesi 1 il soccorritore ha 24 ore di tempo per consegnarlo presso il Cruma nell’orario di apertura del Centro, che va dalle 9 alle 18 tutti i giorni dell’anno (festivi compresi). La Polizia Municipale di Castelfranco è reperibile al numero 0571.487242.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’ipotesi 2 il soccorritore o il Comune attiva Cruma per il soccorso attraverso il numero 0586 400226 reperibile dalle 10 alle ore 17 tutti i giorni dell’anno (festivi compresi). Il Cruma effettuerà, la raccolta degli animali in difficoltà in punti di raccolta stabiliti in accordo con i soccorritori o il Comune, necessariamente previo accordo telefonico con il personale (staff e volontario) del Centro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, nuovo picco: 2.765 positivi, 326 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Cisanello, ambulanze in fila per l'area Covid: "In piena fase emergenziale, serve la collaborazione di tutti"

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Coronavirus in Toscana, quasi 2mila nuovi casi positivi nelle ultime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento