Cronaca

Cascina: la Paim gestirà il primo centro anoressici della Toscana

La cooperativa sociale cascinese si è aggiudicata la gara per la gestione della struttura che sorgerà a Lido di Camaiore e che ospiterà 10 pazienti in un ambiente più familiare

Il primo centro per anoressici toscano sorgerà a Lido di Camaiore e sarà gestito dalla Paim di Cascina. Ad annunciarlo in una nota é la stessa cooperativa sociale che si è aggiudicata la gara, promossa dall'Ente per i servizi tecnico-amministrativi di Area Vasta (Estav Nord Est) della Toscana, per il valore di oltre 3 milioni di euro e per la durata di 5 anni.

La struttura è indicata nelle priorità del Piano sanitario regionale, ospiterà 10 persone e sarà realizzata in una villa in viale Colombo nella cittadina versiliese. Dal 2011 Paim gestirà il centro per anoressici insieme a Ville di Nozzano, una srl che si occupa di cure neuropsichiatriche nell'ambito della terapia psico-biologica dei disturbi psichiatrici maggiori e dei disturbi del comportamento e dell'umore.

Dall'esperienza del centro di Lido di Camaiore sorgeranno altre strutture simili in Toscana, puntando su "un ambiente più familiare e aperto ai parenti stretti dei pazienti - si legge nel comunicato - rispetto ai reparti ospedalieri dove oggi vengono ricoverati pazienti che soffrono di anoressia e bulimia". (fonte Ansa)
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina: la Paim gestirà il primo centro anoressici della Toscana

PisaToday è in caricamento