Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

No-vax paragonano la campagna vaccinale al nazismo, Mazzeo: "Indegno per la Toscana"

Il presidente del Consiglio regionale punta il dito contro le accuse ricevute dallo schieramento di chi è contrario al vaccino anti-Covid

Proseguono le schermaglie social tra Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale della Toscana, e lo schieramento di no-vax contrari al siero anti-Covid. Mazzeo sulla sua pagina Facebook punta il dito contro una parte degli oltranzisti dell'opposizione al vaccino che hanno paragonato la campagna vaccinale in corso nella Regione alle azioni del regime nazista.

Tutto è nato nella giornata di martedì 28 settembre, quando il presidente del Consiglio regionale ha postato un'infografica in cui venivano riepilogati gli accessi nelle terapie intensive toscane nel periodo 20-26 settembre: a fronte di 13 ingressi di persone non vaccinate, sono stati registrati 2 accessi di individui vaccinati (una o due dosi). "Non è vero niente. Questa è propaganda del terrore. Fate pena. Norimberga vi aspetta" è stato uno dei commenti dei no-vax postato sotto all'immagine riepilogativa.

La risposta di Mazzeo non si è fatta attendere: "A Norimberga hanno processato i nazisti. Paragonare le istituzioni della Toscana, regione civile e antifascista, al nazismo è inaccettabile. Col vaccino stiamo salvando migliaia di persone dalla terapia intensiva e dalla morte. I toscani che si sono vaccinati (che sono ormai l'80% della popolazione) e che si stanno vaccinando sono i veri difensori della libertà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No-vax paragonano la campagna vaccinale al nazismo, Mazzeo: "Indegno per la Toscana"

PisaToday è in caricamento