Coronavirus: automedica valuta a domicilio i pazienti 'dubbi' 

Partita la sperimentazione a Pisa, Pontedera e Cascina: andrà a verificare le informazioni raccolte dal triage telefonico

Immagine di archivio

Le due centrali del 118 dell’Asl Toscana nord ovest hanno attivato le 'ambulanze Covid' a contenimento biologico che dovranno occuparsi del trasferimento, tra ospedali, dei pazienti gravi nella prima terapia intensiva libera, segnalata dalla centrale Cross di Pistoia che monitora costantemente la disponibilità di posti letto.   

Per quanto riguarda il trasporto dei pazienti con sospetta positività, grazie alla disponibilità delle associazioni di volontariato, dai primi giorni di marzo, sono state aggiunte 11 ambulanze dedicate espressamente all'emergenza Covid-19.

Nei comuni di Pisa, Pontedera e Cascina, è entrata in servizio oggi, in informa sperimentale, un’automedica Covid con a bordo un soccorritore e un medico che valuteranno, a domicilio, lo stato di salute dei pazienti, quando le informazioni raccolte, attraverso il triage telefonico, sono dubbie. Sarà, quindi, il medico del 118 a stabilire se attivare l’ambulanza per il ricovero o proseguire le eventuali cure a casa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento