Dopo 2 mesi rivede la moglie ammalata grazie alla Polizia di Pisa

L'agrigentino Sandro Musotto è volato a fine febbraio a Prato e si è ritrovato "imprigionato" a causa del lockdown. A risolvere la situazione la Polizia aeroportuale pisana

Una situazione di "prigionia", risolta solo grazie alla Polizia aeroportuale di Pisa. E' quanto accaduto a Santo Musotto, agrigentino bloccato in Toscana, a Prato, da fine febbraio, dove era volato per assistere la figlia, reduce da un piccolo intervento chirurgico e rimasto bloccato dall'esplodere della pandemia e del conseguente lockdown che ha paralizzato prima il Paese e poi il mondo intero. A riportare la vicenda è AgrigentoNotizie.

"Dopo il decreto del governo, che imponeva a tutti gli italiani di restare a casa - spiega Musotto - è iniziato l’incubo. Hanno cancellato tre voli da Firenze e Pisa e poi hanno chiuso gli aeroporti. Nei giorni successivi, però, ho avuto necessità di rientrare perché mio figlio ha riaperto la cartoleria e mia moglie ha bisogno di assistenza". I voli, con uno scalo intermedio a Roma, dopo alcuni giorni sono stati programmati ma non è mai arrivato il via libera al viaggio da parte delle autorità. "Ho scritto alla protezione civile e alla Regione Sicilia, al prefetto, al sindaco e ad alcuni deputati agrigenti e non mi ha mai risposto nessuno. Ho inviato una pec alla polizia aeroportuale di Pisa, solo in questo modo si è sbloccata la situazione"

Musotto viene chiamato e invitato a precisare meglio i motivi del viaggio. "Gli ho fatto presente - racconta - che dovevo rientrare perchè mia moglie aveva bisogno di essere assistita ad Agrigento. Hanno compreso la situazione e mi hanno subito autorizzato. In poche ore hanno risolto il caso. Un ispettore è stato così gentile che mi ha pure richiamato per chiedermi se fossi arrivato a casa". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Musotto, domenica, ha avuto il via libera a prendere l'aereo per Roma e da lì per Catania. Infine, con un taxi, è rientrato in città. "Devo ringraziare la polizia aeroportuale di Pisa, che con grande professionalità e senso del dovere ha dimostrato di essere sensibile e vicina ai bisogni dei cittadini. La stessa richiesta formulata al Dipartimento di protezione civile della Sicilia, alla segreteria della Presidenza della Regione Sicilia e l'appello al sindaco di Agrigento sono rimasti ignorati".

Fonte AgrigentoNotizie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 90 casi in più: a Pisa 24 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento