Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Croce Rossa Italiana: dalla Fondazione Pisa 120mila euro per fronteggiare il Coronavirus

Il contributo andrà a finanziare l'acquisto di kit di protezione per gli operatori e per garantire un servizio domiciliare di rifornimento di medicinali ed alimenti a favore di anziani e soggetti fragili

Centoventimila euro per l'acquisto di kit di sicurezza per gli operatori e per garantire un servizio domiciliare di rifornimento di medicinali ed alimenti a favore di anziani e soggetti fragili presenti sul territorio. E' il contributo messo a disposizione dalla Fondazione Pisa alla sede provinciale della Croce Rossa Italiana, per far fronte, in supporto alle strutture sanitarie e di protezione civile, agli effetti dell’epidemia del nuovo Coronavirus 2019.

Si tratta di risorse messe a disposizione "per concorrere alla soluzione di due specifiche esigenze tra le tante emerse. La prima - sottolineano in una nota i due enti - riguarda la necessità di acquisizione di particolari apparati speciali da impiegare per il biocontenimento di pazienti contagiati da Coronavirus da trasportare, su richiesta delle locali Autorità Sanitarie, in condizioni di urgenza e sicurezza ai centri territoriali di assistenza e trattamento. Gli apparati in questione sono costituiti da particolari kit di biocontenimento, a diverso livello di protezione, con cui prelevare ed isolare il soggetto contagiato e quindi trasportarlo con mezzi della CRI in condizioni di sicurezza per gli operatori e per lo stesso paziente".

La seconda necessità si riferisce invece "ad un servizio domiciliare di rifornimento di medicinali ed alimenti a favore di anziani e soggetti fragili presenti sul nostro territorio, le cui condizioni fisiche o familiari non permettono di spostarsi da casa. L’accesso al servizio avviene mediante semplice richiesta telefonica rivolta alla CRI secondo modalità dalla stessa rese note".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Croce Rossa Italiana: dalla Fondazione Pisa 120mila euro per fronteggiare il Coronavirus

PisaToday è in caricamento