rotate-mobile
Cronaca

Covid in età pediatrica, il professor Peroni: "Vaccino sicuro ed efficace, fortemente consigliato per i bambini"

Il direttore dell'Unità operativa di Pediatria evidenzia i rischi dei contagi anche nella fascia di età più giovane e rassicura sul vaccino

Una parola d'ordine: vaccinare. E un consiglio: non abbassare la guardia. "Perché il Coronavirus è una malattia nuova, che per molti aspetti è ancora da comprendere e conoscere approfonditamente. Non deve essere snobbata o tenuta in scarsa considerazione, persino per quei soggetti sani senza alcun tipo di patologia pregressa. Insomma: si tratta di un nemico da rispettare". Non ha dubbi il professor Diego Peroni, direttore dell'Unità operativa di Pediatria dell'ospedale Santa Chiara di Pisa, di fronte alla fase calante dell'ondata scatenata dalla variante Omicron. "Anche in età pediatrica questa patologia è in grado di fare danni - spiega - non soltanto nei bambini cosiddetti fragili. Anche i soggetti sani possono andare incontro a effetti a lunga durata, chiamato 'long Covid', dagli esiti pesanti e penalizzanti".

Ecco perché secondo il professor Peroni occorre insistere sullo strumento più potente a nostra disposizione: "Il vaccino. Dobbiamo migliorare il tasso di copertura della popolazione in età pediatrica. Stiamo viaggiando su un discreto ritmo di somministrazioni, ma si può fare ancora meglio. Il siero è efficace e sicuro anche per i bambini e, anzi, è fortemente consigliato. Non si deve commettere l'errore di pensare che sia meglio che il bambino contragga il virus piuttosto che sottoporlo al vaccino. Il Covid sa essere subdolo e insidioso anche nelle persone giovani".

L'evidenza di questa affermazione la si può trovare nel numero di pazienti ricoverati nell'Unità di Pediatria: "Da fine novembre l'occupazione di almeno due dei quattro letti ospitati nel reparto è costante. Abbiamo raggiunto anche picchi di quattro ricoveri contemporanei. La variante Omicron, molto più contagiosa delle precedenti, ha provocato anche la crescita dei casi che necessitano il supporto ospedaliero. Ecco perché lo scudo rappresentato dal vaccino è così importante: abbiamo visto che per tutti i soggetti protetti dal siero, anche quelli fragili, la sintomatologia della malattia è molto meno severa".

Da qui un ulteriore appello a "insistere sulla strada della vaccinazione. Tutti i bambini che hanno contratto il Covid possono sottoporsi alla prima somministrazione dopo quattro mesi dalla guarigione, come nel caso della popolazione adulta". L'ultima precisazione del professor Diego Peroni riguarda il caso particolare "dei bambini totalmente asintomatici che si sottopongono alla vaccinazione. Mi sento di tranquillizzare i genitori: non si assiste a una malattia aggravata. Anzi, il siero contribuisce fin da subito ad attenuare i sintomi. Può capitare che un soggetto si vaccini in concomitanza con la positività al virus. Non ci sono pericoli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in età pediatrica, il professor Peroni: "Vaccino sicuro ed efficace, fortemente consigliato per i bambini"

PisaToday è in caricamento