Cronaca

Coronavirus: 'Fior di città' rinviata a settembre

La rassegna era prevista a Pisa per aprile, ma le condizioni attuali non permetto di svolgere la manifestazione

L’undicesima edizione di Fior di Città, inizialmente programmata nel mese aprile, è stata spostata a settembre 2020, da venerdì 18 a domenica 20. La decisione è stata assunta dalla Casa della Città Leopolda in accordo con le istituzioni partecipanti e le aziende espositrici, nel rispetto delle misure di contenimento del virus Covid-19.

"Le ripercussioni economiche e occupazionali determinate dall’emergenza sanitaria in corso - scrive in una nota la Leopolda - stanno coinvolgendo gli operatori di numerosi settori, compresi quelli del turismo, della cultura e dell’organizzazione eventi. Le aziende del settore florovivaistico hanno a loro volta subìto un blocco quasi integrale delle possibilità di commercializzazione e un grave pregiudizio degli investimenti produttivi per la coltivazione di piante stagionali. Immaginare che lo stato di crisi sia una breve parentesi rischia di risultare illusorio: occorre valutare gli effetti nel lungo periodo sulle abitudini di vita e sulla fiducia della cittadinanza. Questa situazione di precarietà diffusa ha suggerito l’opportunità di non annullare l’edizione 2020 e di spostare le date di svolgimento, secondo le indicazioni assunte dal coordinamento degli eventi italiani dedicati alla cultura del verde, a partire dalla vicina Lucca, che organizza ogni anno Murabilia e Verdemura".

"Siamo desolati - hanno affermato i responsabili Jessica Greco, Stella Baldi e Alessio Raccis - per il rinvio di un evento curato e atteso, ma consapevoli che l’edizione di settembre possa rappresentare una bella occasione di condivisione e rinascita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: 'Fior di città' rinviata a settembre

PisaToday è in caricamento