Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Coronavirus, l'Aoup aderisce al monitoraggio post-infezione sui bambini

L'Unità operativa di Pediatria prende parte al progetto nazionale organizzato dalla Società italiana per le malattie respiratorie infantili

Anche l’Aoup, attraverso l’Unità operativa di Pediatria diretta dal professore Diego Peroni, in accordo con la Direzione sanitaria, aderisce al progetto promosso a livello nazionale dalla Simri-Società italiana per le malattie respiratorie infantili per organizzare percorsi pediatrici per il follow-up respiratorio dei bambini che hanno contratto l’infezione da SARS-CoV-2, coinvolgendo i centri di Pneumologia pediatrica affiliati. Il progetto si chiama 'COVID-19: conoscere per prevenire' e lo scopo è escludere la presenza di eventuali problemi respiratori a distanza o intercettarne precocemente l’esordio, nei piccoli pazienti che sono stati colpiti dal virus. Verrà quindi offerta gratuitamente una valutazione pneumologica pediatrica comprensiva di prove di funzionalità respiratoria, valutazione della saturimetria a riposo e dopo test del cammino e ecografia del torace.

Le casistiche nazionali ed internazionali hanno evidenziato come l’infezione da SARS-CoV-2 decorra in maniera prevalentemente asintomatica o paucisintomatica in età pediatrica, per motivi che sono solo in parte stati chiariti ad oggi. Tuttavia, nei bambini molto piccoli o affetti da altre patologie, l’infezione può progredire in modo grave, provocando quadri di insufficienza respiratoria acuta che richiedono trattamenti intensivi. Inoltre, non è ancora noto se l’infezione, anche quando paucisintomatica, possa o meno determinare effetti a lungo termine sulla salute respiratoria infantile. Molti degli individui adulti che hanno contratto il virus riferiscono la persistenza di sintomi (cefalea, astenia, tosse, perdita del gusto e dell’olfatto, ridotta tolleranza all’esercizio fisico, vasculite) anche a distanza di mesi dalla negativizzazione del tampone, e anche in età pediatrica stanno iniziando ad arrivare le prime segnalazioni di pazienti con sintomi respiratori, che persistono dopo la guarigione e talora si accompagnano ad alterazione degli indici di funzionalità respiratoria così come ad anomalie ecocardiografiche (la persistenza dei sintomi del COVID-19 è stata descritta per la prima volta in Italia come 'long COVID').

Per informazioni e prenotazioni è necessario inviare una mail all’indirizzo: allergologiapediatrica.pisa@gmail.com indicando nell’oggetto 'FOLLOW-UP COVID' e specificando il periodo in cui è stata posta la diagnosi, mediante quali test e con quali manifestazioni cliniche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, l'Aoup aderisce al monitoraggio post-infezione sui bambini

PisaToday è in caricamento