Emergenza coronavirus e consegne a domicilio: oltre 250 servizi attivati col numero verde

Il numero verde di protezione a domicilio della SdS Pisana è attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20, per i residenti a Pisa in quarantena e Covid positivi ma anche anziani, immunodepressi e con patologie gravi o croniche

299 chiamate ricevute, 143 delle quali nell’ultima settimana, e 256 servizi di consegna. Lavora a pieno regime il numero verde 800-086540 di protezione a domicilio della Società della Salute della Zona Pisana, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20, cui possono rivolgersi le persone del Comune di Pisa in quarantena e Covid positive ma anche in condizione di fragilità, quali anziani, immunodepressi e con patologie gravi o croniche. La cabina di regia è gestita dagli operatori della Uildm di Pisa che, forti dell’esperienza del numero verde SerenaInformazioni, ricevono le chiamate e le girano alle assistenti sociali le quali, dopo aver verificato il bisogno e la condizione della persone che ha richiesto l’intervento, la indirizzano a Croce Rossa piuttosto che a Misericordia o Pubblica Assistenza, le tre associazioni indicate dal Centro Operativo Comunale di Protezione Civile.

Chiamano soprattutto anziani soli (156)  e persone in condizione di fragilità (83). Ventotto, invece, le telefonate da parte di immunodepressi, altrettante da persone in quarantena e quattro Covidpositive. "Oltre a queste associazioni ci sono tante altre realtà quali Arci, Assofly, Cecchini Cuore, Cisom, Sguardo di Vicinato e i comitati de I Passi e Via Fiorentina, che, ormai da giorni, con generosità e il nostro supporto, si stanno impegnando per assicurare sostegno e vicinanza ai nostri concittadini più fragili  di cui daremo doverosamente conto nei prossimi giorni - spiega la Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini, assessore alle politiche sociali del Comune di Pisa. In queste settimane di emergenza e difficoltà per tanti, questa sinergia fra istituzioni e volontariato è fondamentale per aiutare a sentirsi meno soli e alleviare un po’ le difficoltà di chi, in questo momento, fa più fatica. Rinnovo il ringraziamento a tutte le associazioni impegnate nelle consegne a domicilio per il grande sforzo che stanno compiendo e assicuro il pieno sostegno da parte della SdS Pisana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento