Cronaca

Coronavirus: informazioni sulla prevenzione in tutti gli esercizi pubblici

Nuova ordinanza della Regione Toscana, che raccoglie in un unico provvedimento le disposizioni di sicurezza

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha emanato oggi, 3 marzo, la sesta ordinanza sulle 'Misure per la prevenzione, e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19'. La disposizione raccogliere in un unico corpo normativo tutte le misure fino ad oggi disposte dalla Toscana per fronteggiare l'emergenza, anche a seguito dell'approvazione del DPCM 2 marzo 2020.

Il provvedimento dispone le misure di informazione e prevenzione, dettaglia la profilassi e il trattamento per i soggetti a rischio, ribadisce i criteri sui quali si baserà l'effettuazione dei tamponi faringei (criterio epidemiologico e presenza di sintomi oppure contatto stretto con soggetto positivo e presenza di sintomi). Impartisce poi raccomandazioni agli ospedali e alle strutture sanitarie per la migliore gestione dei servizi, ponendo particolare attenzione all'appropriatezza delle cure, anche al fine di garantire la migliore operatività del sistema sanitario regionale, e formula raccomandazioni relative al percorso assistenziale dei pazienti con sindrome influenzale.

Viene inoltre puntualizzato che i percorsi previsti per la gestione dell'emergenza Coronavirus verranno garantiti anche ai turisti, agli studenti, ai ricercatori stranieri ed a tutti i soggetti presenti sul territorio regionale per motivi di studio o di lavoro.

Tra gli elementi principali del provvedimento si evidenziano: l'obbligo della distanza minima di un metro tra i candidati in caso di procedure concorsuali (stabilita dal DPCM del 2 marzo 2020), l'obbligo di esporre informazioni sulla prevenzione igienico sanitaria in tutti gli esercizi pubblici e commerciali, la conferma della reperibilità telefonica dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta dalle ore 8 alle 20 tutti i giorni, dell'attivazione 24h/7gg delle microbiologie delle tre Aziende Ospedaliero-Universitarie della Toscana, la sospensione nel periodo dell'emergenza delle penalità previste in caso di mancata disdetta delle prestazioni ambulatoriali del sistema sanitario regionale. 

L'ordinanza avrà valore per 90 giorni e le misure in essa contenute dovranno modificarsi e aggiornarsi in caso di disposizioni nazionali in materia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: informazioni sulla prevenzione in tutti gli esercizi pubblici

PisaToday è in caricamento