Lotta al Coronavirus, la proposta: "Chiudere tutti gli esercizi per 15 giorni"

Il consigliere regionale Pd espone le sue idee per contenere la diffusione della malattia, parlando poi di possibili misure di sostegno

"Questo è un momento straordinario e come tale dobbiamo mettere in campo tutte quelle misure che possono essere utili a rallentare e stoppare la diffusione del virus. Per questa ragione chiederò alle associazioni di categoria della provincia di Pisa di fare un passo ulteriore rispetto a quanto previsto dall'ultimo decreto: chiudere totalmente gli esercizi per i prossimi 15 giorni, con l'unica eccezione delle farmacie e di chi vende generi alimentari. Anche considerando i costi quotidiani di gestione di un esercizio, credo che fermarsi completamente ora possa essere la strada migliore per poter ripartire prima possibile tutti insieme. Ovviamente, però, nessun provvedimento sarà davvero efficace se ciascuno di noi non dimostrerà di avere un assoluto senso di responsabilità verso se stessi e, soprattutto, verso le categorie più fragili e deboli".

A lanciare la proposta è stato Antonio Mazzeo, consigliere regionale Pd, durante una diretta Facebook dalla propria abitazione. "E' ovvio - ha proseguito - che una misura del genere ha un costo in termini economici non indifferente, ma noi continueremo a lavorare in questi giorni, sia a livello regionale che col governo nazionale, per mettere in campo al più presto possibile tutta una serie di misure di sostegno a partire dal settore del commercio e da quello del turismo. Pensiamo alla cassa integrazione in deroga e a un 'reddito di quarantena' per le partite iva oltre allo stop alle imposte regionali, ai mutui e ai leasing, a sgravi e dilazioni fiscali ma anche, dal punto di vista turistico, a rendere deducibile il costo della vacanza per coloro che decideranno di trascorrerle in Toscana nei prossimi mesi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accanto a questo, infine, Mazzeo sottolinea la necessità di provvedimenti anche a favore delle famiglie: "La giunta regionale ha già annunciato una serie di provvedimenti per incentivare il telelavoro e lo smart-working e per dare un contributo a coloro che, con la chiusura delle scuole, avranno bisogno di ricorrere a una baby sitter. In questo momento ribadisco che c'è una priorità assoluta che è quella, per quanto possibile, di stare a casa. E mai come oggi serve dare, ognuno di noi, il proprio contributo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Coronavirus in Toscana, 90 casi in più: a Pisa 24 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento