Coronavirus: prorogate le misure nelle Rsa, l'Asl cerca luoghi per i tamponi in 'drive through'

Prima ordinanza per il neopresidente Giani: "Situazione sotto controllo"

Si è insediato il neopresidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. Il primo provvedimento è sul Coronavirus: con la sua prima ordinanza, la n. 89, ha rinnovato fino al 31 gennaio 2021 le disposizioni che riguardano le Rsa e le Rsd, le Residenze sanitarie per anziani e per disabili, circa le misure straordinarie per il contrasto ed il contenimento sul territorio regionale della diffusione del virus. "Siamo di fronte - precisa il presidente - ad una situazione assolutamente sotto controllo. C'era soltanto bisogno di dare continuità ad un lavoro ben avviato, che individua i percorsi da seguire in caso di postività al Covid di uno o più ospiti delle strutture residenziali. La tempistica ha voluto che i destinatari di questo primo provvedimento che porta la mia firma siano i soggetti più deboli e a rischio. Lo considero quindi un segno dell'attenzione che l'amministrazione che presiedo metterà a questo segmento così importante e così degno di attenzione del popolo della Toscana".

L'ordinanza precisa che l'ospite che risulterà positivo al covid dopo un test sierologico, anche in attesa del test diagnostico molecolare, dovrà essere preso in carico dal Servizio Sanitario Regionale utilizzando il percorso assistenziale più appropriato. Si dovrà poi procedere alla separazione, in diverse strutture o setting assistenziali, degli ospiti risultanti positivi o dubbi, asintomatici o pauci sintomatici, da coloro che risulteranno negativi, attuando per coloro che sono positivi i livelli di cura e assistenza sanitaria previste per le cure intermedie.

Il contenuto dell'Ordinanza 89 permette alle Aziende sanitarie territorialmente competenti di trasferire per il tempo necessario alle sostituzioni proprio personale nelle strutture private che ne abbiano necessità, qualora insorgano problemi di tipo sanitario che riguardino il personale che si occupa degli ospiti ricoverati.

Intanto l'Azienda Usl Toscana nord ovest ha pubblicato nella sezione 'Bandi e Avvisi' l’avviso pubblico per l’acquisizione della manifestazione di interesse per strutture da adibire a postazione di 'drive through' per eseguire i tamponi. I quattro bandi si riferiscono in particolare al Comune di Livorno, a quello di Pisa (o strettamente limitrofi), a quello di Pomarance (o confinante) e di Volterra (o confinante). L’acquisizione in locazione transitoria riguarda una struttura con immobile o capannone con piazzale esterno annesso in parte coperto.

Richieste di informazioni o chiarimenti possono essere inviate esclusivamente per iscritto via PEC all’indirizzo mail: direzione.uslnordovest@postacert.toscana.it indirizzandole specificamente al responsabile del procedimento dott.ssa Silvia Bruno - UOS Patrimonio beni Immobili -  fino ai 3 giorni antecedenti la data di scadenza del termine di presentazione delle proposte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento