Cronaca

Coronavirus, il punto di Giani: "In Toscana dato minimo da settembre"

Procede la campagna vaccinale, attenzione sulle dosi in attesa di luglio

"Indubbiamente i dati del contagio sono sempre migliori, oggi sono 45 i casi: record da settembre scorso. La zona bianca viene affrontata dai toscani con senso di responsabilità. In questo momento la preoccupazione è continuare sulla campagna vaccinale. Stiamo facendo il nostro dovere, anche ieri nonostante domenica sono state 25mila le dosi somministrate". Il presidente della Toscana Eugenio Giani commenta la situazione regionale fra contagi e vaccini, una volta entrati in zona bianca. Si augura che "da Roma non limitino l'invio di dosi, perché stiamo sempre più coprendo la popolazione. Cerchiamo di arrivare a settembre con quell'immunità di gregge che possa farci avere un autunno-inverno migliore rispetto all'emergenza che abbiamo dovuto affrontare".

Giani rassicura che chi ha già prenotato otterrà la propria dose. La Regione nei giorni scorsi per cautelarsi ha congelato la raccolta di nuove prenotazioni e anche l'anticipo delle prenotazioni per prime dosi e richiami. Un'opzione che Giani promette di ripristinare prima di inizio luglio: "Lo faremo non appena avremo l'indicazione precisa sulle dosi che ci daranno il mese prossimo".

Sulla variante Delta registrata nel Regno Unito, visto il buon andamento della campagna vaccinale, Giani afferma che al momento "stiamo studiando la variante, facciamo tutte le verifiche, siamo pronti a monitorarne gli effetti in termini di accelerazione del contagio, ma in questo momento ci sentiamo di poter dire che non ci sono preoccupazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il punto di Giani: "In Toscana dato minimo da settembre"

PisaToday è in caricamento