Cronaca

Covid-19: in Toscana raccolta di rifiuti 'ad hoc' per i positivi al virus

E' quanto prevede una ordinanza firmata lunedì dal presidente della Regione, Enrico Rossi

Ci sarà un servizio dedicato per i rifiuti che provengono da abitazioni in cui dimorino soggetti che, risultati positivi alla Covid-19, stanno effettuando la quarantena obbligatoria. E' quanto dispone un'ordinanza predisposta dall'assessore all'Ambiente della Regione Toscana Federica Fratoni e firmata oggi, 16 marzo, dal presidente Enrico Rossi. L'obiettivo, fa sapere la Regione, è quello di tutelare la "salute pubblica e quella degli operatori stessi". L'ordinanza resterà in vigore per tre mesi.

"Sarà consegnato - scrive in una nota la Regione - un kit per il ritiro rifiuti (sacchi, nastro adesivo e contenitore) al domicilio della persona positiva in assistenza domiciliare. Il gestore eseguirà la raccolta dei rifiuti ogni 3/5 giorni. All'arrivo al domicilio l'operatore contatterà telefonicamente l'assistito invitandolo a esporre fuori dalla porta il contenitore con i rifiuti. Arrivato alla porta del destinatario, prelevando il contenitore pieno, l'operatore depositerà quello nuovo vuoto. I rifiuti saranno conferiti e raccolti in maniera indifferenziata, senza adempiere agli obblighi di raccolta differenziata. I cittadini dovranno posizionare il contenitore con i rifiuti in un luogo in cui gli operatori possano accedere agevolmente. I gestori manderanno questi rifiuti direttamente a incenerimento senza alcun trattamento preliminare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19: in Toscana raccolta di rifiuti 'ad hoc' per i positivi al virus

PisaToday è in caricamento