Cronaca

Vaccini antinfluenzali: "Distribuzione ripartita, ma permangono le criticità"

Luca Puccetti segretario provinciale della FIMMG: "Manca il 20% delle dosi preventivate dalla Regione". Sul Covid: "Forse i primi segnali di un rallentamento"

Dopo alcuni giorni di stop è ripartita la distribuzione dei vaccini antinfluenzali ai medici di medicina generale della provincia di Pisa. E' quanto spiega il dott. Luca Puccetti segretario provinciale della FIMMG (Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale) che sottolinea comunque il permanere di alcune difficoltà. Il tutto mentre la campagna vaccinale, fortemente promossa dai medici di base e dalla stessa Regione, "si sta avviando verso le fasi finali".
"Intorno a metà novembre - dice Puccetti - la distribuzione è stata interrotta per alcuni giorni. Ora è ripartita con i vaccini che vengono erogati a quei medici che in queste settimane ne hanno avuti meno a causa di una distribuzione disomogenea. I problemi però permangono perchè a fronte di una richiesta che quest'anno è stata molto più ampia di quelli scorsi, manca comunque il 20% delle dosi preventivate dalla Regione a causa di problemi avuti con l'azienda che le produce".

Dopo l'allarme lanciato nelle settimane scorse qualche segnale incoraggiante sembrerebbe arrivare invece sul fronte del Covid. "Come sappiamo - continua Puccetti - le misure adottate inziano a dare dei risultati almeno dopo 15 giorni. Mi sembra di iniziare a vedere una leggero rallentamento nella crescita dei positivi, ma è presto per dirlo. Nei prossimi giorni vedremo se questi segnali verrano confermati o meno".
La Regione ha intanto annunciato l'avvio della distribuzione ai medici di famiglia dei test antigenici rapidi. "E' uno strumento in più - spiega Puccetti - ma che comunque ha un utilizzo piuttosto limitato. Per quanto riguarda i medici di medicina generale questo tipo di test può essere infatti utilizzato solo per i soggetti non positivi che si trovano in quarantena perchè contatti stretti di persone malate: il test viene effettuato al 10°giorno e in caso di risultato negativo la persona può tornare al lavoro e in comunità senza aspettare il 14° giorno. Stiamo lavorando per individuare tre aree, in tre diversi comuni del territorio, dove realizzare dei 'drive-through' per questo tipo di esami".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini antinfluenzali: "Distribuzione ripartita, ma permangono le criticità"

PisaToday è in caricamento