"Corso di inglese gratis per razzisti": provocazione della scuola di lingue

La New York English Academy presente a Pisa ha lanciato lunedì mattina la proposta, invitando ad un incontro anche il sindaco Conti

Torna a far discutere la scuola di inglese 'New York English Academy', con sedi a Pisa, Lucca e Livorno. Lo scorso 28 giugno, ad esito delle elezioni comunali dove si è affermata la Lega, si professò su Facebook "zona antirazzista", scrivendo agli utenti: "Se siete contenti che Pisa sia adesso rappresentata da un sindaco e da un partito che manifesta di essere carico d'odio, fanatismo e intolleranza, allora è logico che la nostra scuola non sia adatta a voi: vi chiediamo quindi di cercare formazione in lingua inglese e stimoli culturali altrove". Alla base del gesto il fatto che la scuola fosse "fondata da un immigrato, è di proprietà di un immigrato e gestita da un immigrato, e tutti i nostri insegnanti 'madrelingua' sono immigrati. Crediamo nella parità di diritti per tutti e cerchiamo di promuovere sempre un'atmosfera di amore, pace e tolleranza verso tutti".

Il post ha visto una larga diffusione e lunedì scorso, 3 settembre, la 'New York English Academy' ha lanciato una nuova provocazione: regalare un corso di inglese intero, del costo di 468 euro, a chi si professi razzista. "Abbiamo deciso - scrive la scuola nel post - di mettere in atto tutto quello che è in nostro potere per contrastare questa orribile tendenza", questo perchè "pensiamo di poter essere utili per quanto riguarda le aree dell'affetto, dell'educazione e dell'interazione culturale. Ecco qui la ragione di questo nuovo corso gratuito".

I dettagli ci sono tutti, la proposta è reale: "Il corso si terrà alla domenica mattina, dalle 9 alle 10.30 e, come tutti i nostri corsi, avrà un minimo di cinque partecipanti e un massimo di dodici. Considerati i materiali che saranno utilizzati, il corso è aperto a persone che possiedano almeno il livello intermedio di conoscenza della lingua inglese. Se non siete sicuri del vostro livello, contattateci per una valutazione gratuita". I materiali di studio sarano legati a temi civili: discorsi di Martin Luther King, lettere di Nelson Mandela, scrittori gay, ebrei, rom e africani, poi Costituzione Italiana ed Europea. 

"Il corso è totalmente gratuito per i razzisti - ribadisce nel post la scuola d'inglese - ma chiediamo una cauzione in anticipo, per essere sicuri che le persone non si iscrivano al corso senza poi realmente partecipare (non ci farebbe piacere andare al lavoro di domenica mattina per niente). Il corso inizierà domenica 7 ottobre e durerà 32 settimane, con una pausa di un mese dal 16 dicembre al 20 gennaio. Chiediamo a tutti i partecipanti di versare in anticipo la quota completa di 468,48 euro come deposito, e la restituiremo al completamento del corso. Se i partecipanti mancassero alle lezioni, ne detrarremo 12 euro + IVA (14,64 euro) per ogni lezione mancata. Il denaro che non sarà restituito a causa delle lezioni mancate sarà devoluto a 'Medici senza frontiere'".

Nel post c'è anche un invito lanciato al sindaco di Pisa Michele Conti: "Vogliamo invitare anche il nuovo sindaco a unirsi a noi per un incontro (se ci conferma di saper parlare inglese) nel quale potrà spiegare la sua posizione sul razzismo e riguardo a tutta la retorica razzista proveniente dal suo partito, compreso il proprio leader. Se lui risulterà essere chiaramente opposto a tutte le forme di razzismo, allora speriamo possa spiegarci perché non lo ha pubblicamente e potentemente condannato". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

Torna su
PisaToday è in caricamento