rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Medicina: corso-aggiornamento a Pisa sulle strategie della terapia antibiotica

Esperti nazionali discuteranno le nuove frontiere per contrastare batteri sempre più resistenti

La sfida ai germi multiresistenti, con la promozione della ricerca su nuove molecole di antibiotici in grado di sconfiggere i ceppi più ostici, più l’ipotesi del vaccino che, a differenza degli antibiotici, non sviluppa resistenze neppure dopo decenni. Sono tanti i temi del convegno di tre giorni, all'Hotel San Ranieri, organizzato come tutti gli anni dal professor Francesco Menichetti, direttore dell'Unità operativa di malattie infettive dell'Aoup. Dall'11 al 13 novembre si terrà a Pisa il consueto appuntamento con il corso avanzato di terapia antibiotica, giunto alla XIVesima edizione e che rientra nell’ambito del II° evento nazionale promosso dal Gisa-Gruppo italiano per la stewardship antimicrobica, di cui Menichetti è presidente.

"E’ arrivato il momento di sperimentare nuove strade perché la posta in gioco è troppo alta - dichiara il professor Menichetti - e contro questi nuovi nemici, sempre più pericolosi, servono alleanze strategiche e collaborazioni internazionali. Non solo quindi bisogna incentivare la ricerca antibiotica ma lavorare anche sul fronte degli anticorpi monoclonali e dei vaccini, perché le infezioni da germi multiresistenti, se non debellate, diventeranno la principale causa di morte negli anni a venire".

Quest’anno il convegno coincide con l’emergenza della diffusione negli ospedali toscani dell’infezione causata dall’NDM-New Delhi Metallo beta-lactamase, un enzima prodotto da enterobatteri normalmente presenti nella flora intestinale umana, resistente a molti tipi di antibiotici fra cui anche quelli di ultimissima generazione. L’assessorato alla salute della Regione Toscana insieme all’Ars-Agenzia regionale sanità e alle Aziende sanitarie toscane, sta fronteggiando questa emergenza con una serie di misure di sorveglianza e contenimento della diffusione dell’infezione, dopo aver attivato anche un’unità di crisi regionale con l’elaborazione di un documento di indicazioni da osservare rigorosamente.

Le misure prese in Aoup contro il batterio

Al congresso non si parlerà però solo di NDM. Ci sarà il consueto Focus sull'Hiv, che affronterà i grandi temi della sfida dell’Hiv/Aids per arrivare all’eradicazione dell’infezione in Italia attraverso una terapia definitiva e un vaccino preventivo, il tutto nell’ottica dell’efficacia sposata alla sostenibilità economica. Si parlerà anche di epatite, con l’approfondimento sulle reali dimensioni dell’infezione da Hcv in Italia e della coinfezione Hiv/Hcv. Il corso avanzato di terapia antibiotica sarà invece incentrato sulla sfida della resistenza antimicrobica e sulle nuove opzioni terapeutiche che, assieme alla diagnosi microbiologica rapida, rendono il trattamento di precisione delle infezioni difficili un obiettivo perseguibile. Una sezione verrà dedicata alla gestione delle infezioni nel paziente fragile e in quello immunocompromesso. L’efficacia dei programmi di stewardship antimicrobica e di infection control verrà riconsiderata mettendo a confronto diverse esperienze. Uno spazio particolare verrà dedicato, infine, a degli hot topics che vedono la medicina pisana all’avanguardia in Italia e all’estero: trattamento del piede diabetico e delle infezioni dei dispositivi cardiaci, diagnostica scintigrafica delle endocarditi e radiologia interventistica per il trattamento di problematiche infettive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medicina: corso-aggiornamento a Pisa sulle strategie della terapia antibiotica

PisaToday è in caricamento