Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Stazione centrale

Contro l'Austerity, studenti e precari in rivolta: occupati la stazione e l'ex cinema Ariston

Terminata l'occupazione dei binari della stazione ferroviaria, studenti e precari hanno raggiunto un ex cinema di proprietà del Gruppo Cecchi Gori, sfitto da diversi anni

Stamattina la stazione centrale di Pisa è stata occupata dagli studenti. Circa 250 partecipanti contro la crisi generale e il fututro della scuola pubblica. Prima di arrivare alla stazione il corteo ha attraversato il centro, sostando davanti al palazzo in cui ha sede l'ufficio scolastico provinciale. Un gruppo di studenti è riuscito a salire ai piani superiori e ad esporre uno striscione.

Terminata l'occupazione dei binari della stazione: una volta lasciata la stazione, i manifestanti hanno raggiunto un ex cinema di proprietà del Gruppo Cecchi Gori e sfitto da anni, dove hanno forzato i cancelli e hanno occupato l'immobile. Precari, studenti e disoccupati che si riconoscono nel movimento 'Occupy Pisa' resteranno all'interno dell'immobile fino a domenica.

"Domani nell'ex cinema si terrà un'assemblea del movimento - ha spiegato uno dei promotori dell'occupazione -  per decidere le prossime forme di lotta per quello che noi definiamo lo sciopero sociale generale. Quello di oggi è il quinto corteo dell'anno e serve a ribadire il nostro no alle scelte dei governi europei che non danno prospettive ai giovani di oggi che saranno i disoccupati di domani".

In mattinata i manifestanti hanno anche abbattuto il cancello di accesso al palazzo dove ha sede l'ufficio scolastico provinciale e nel parapiglia alcuni agenti, schierati a protezione dell'edificio, sono rimasti contusi. Così gli studenti continuano  a farsi sentire, esprimendo la loro rabbia e preoccupazioni per le conseguenze della crisi e le politiche di austerità, dettate dal governo Monti e dalla Bce.



 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro l'Austerity, studenti e precari in rivolta: occupati la stazione e l'ex cinema Ariston

PisaToday è in caricamento