Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

'CreaBellezza 2016': a Pisa l'aggiornamento professionale e manageriale per acconciatori ed estetiste

L'evento è previsto per il 14 novembre all'Hotel Galilei. Attesi imprenditori da tutta la Toscana ed oltre

Il seminario CreaBellezza 2016 per l'aggiornamento professionale e manageriale di acconciatori ed estetiste si svolgerà per l'intera giornata di lunedì 14 novembre dalle ore 9 alle ore 17, presso il Centro Congressi Galilei Hotel di Pisa, in via Darsena 1. Una giornata dedicata alla bellezza e al benessere, riservata agli operatori del settore.

A promuovere l'evento gratuito, riservato ai professionisti (titolari, soci, collaboratori e dipendenti) e agli allievi delle scuole di estetica e di acconciatura, CNA Benessere e Sanità Pisa e Toscana. Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato  Antonio Stocchi presidente nazionale Unione Benessere, il Presidente Provinciale CNA Pisa Matteo Giusti, Aviana Scaramelli presidente Coordinamento estetica Pisa, insieme ai membri di Presidenza provinciale Unione Benessere Manuela Meini, Carlo Musto e Massimiliano Simoncini.

"CreaBellezza è un punto di riferimento per l'aggiornamento annuale degli imprenditori del settore benessere - ha spiegato il presidente nazionale CNA Benessere e Sanità Antonio Stocchi - i temi trattati nel corso della giornata saranno in grado di offrire importanti supporti di natura tecnico-professionale e manageriale, sempre più indispensabili alle imprese di acconciatura ed estetica per poter affrontare al meglio l’evoluzione del mercato. Esperti qualificati sapranno dare utili consigli e potranno essere richiesti tutti i chiarimenti necessari sulle problematiche trattate".

Tanti i temi in programma, a partire dal concetto di accoglienza del cliente in aggiunta all'altra grande novità: la socio-estetica, con approfondimenti mirati per la gestione dei clienti con particolari problemi di salute e di aspetto fisico dove sarà dato grande spazio oltre che alle tecniche anche alla preparazione psicologica degli operatori.

Matteo Giusti ha puntato il dito sul crescente fenomeno dell'abusivismo, che anche in questo settore mette in grade difficoltà le imprese che tengono in regola i propri dipendenti e che pagano tasse e sono in ordine con tutte le normative: "Come anche in altri settori l’abusivismo, il lavoro nero mettono a rischio l'economia sana che però si è stancata di sopportare da sola una mole di controlli spesso inutili quando poco o niente viene fatto per stanare la concorrenza sleale che crea anche rischi per i consumatori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'CreaBellezza 2016': a Pisa l'aggiornamento professionale e manageriale per acconciatori ed estetiste

PisaToday è in caricamento