menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crollo alle case popolari di via Pungilupo: "In progettazione l'intervento di manutenzione totale"

L'assessore Gambaccini ha risposto ad un question time della consigliera Pd Scognamiglio: "Opera l'amministratore di condominio, in quanto previsto dal condominio misto"

Nel Consiglio Comunale di ieri, 2 febbraio, si è affrontato il caso delle case popolari di via Pungilupo, dove nell'ottobre scorso si verificò un distacco di solaio che comportò l'evacuazione di 20 famiglie. Sullo stato delle manutenzioni il Partito Democratico ha promosso un question time, esposto dalla consigliera Maria Antonietta Scognamiglio: "Sono stati indicati sulla stampa grossi interventi di manutenzione, ma nei giorni scorsi alcune famiglie, in particolare dei civici interessati dal crollo, hanno fatto presente che i lavori non sono stati ancora fatti".

Ha risposto l'assessore Gianna Gambaccini: "Sull'immobile sono stati realizzati interventi di messa in sicurezza urgenti nei giorni del crollo, tanto che le persone sono presto rientrate presso il loro domicilio. Gli interventi si erano resi necessari per il distacco di una parte del solaio del parcheggio nello scorso ottobre. Si tratta di un condominio misto, c'è un amministratore di condominio, che ha già affidato l'incarico per la progettazione dell'intervento di manutenzione straordinaria totale del fabbricato e che sarà portato all'approvazione dell'assemblea condominiale, aspetto necessario da cui dover passare, entro il mese di maggio 2021". 

"Nel frattempo - ha proseguito Gambaccini - sono stati realizzati interventi per 4.700 euro nel 2020. E' previsto per la stessa tipologia di intervento uno stanziamento di 10mila euro per il 2021. Apes ha previsto una serie di verifiche sugli alloggi comunale in generale, già iniziati, insieme ad una serie di incontri, anche con i singoli utenti, per verificare lo stato manutentivo dell'alloggio e la modalità della conduzione dello stesso. Il prossimo incontro è previsto il 19 febbraio. Per i casi già verificati di infiltrazioni negli alloggi comunali abbiamo già richiesto l'intervento dell'amministratore". 

Scognamiglio ha infine replicato: "Sono soddisfatta, vediamo il 19 febbraio questa riunione per capire un po' quali saranno gli interventi. Credo però che sia stato fatto un elenco in cui erano previsti alcuni interventi e questi appartamenti interessati dal crollo non erano stati nominati. Ecco perché le famiglie si sono risentite, in quanto in Commissione era stato preso proprio un impegno proprio sul tema di via Pungilupo. Monitoreremo".

Critico il Sindacato di Base Cub: "In seguito alla riunione straordinaria della Seconda Commissione Consiliare dello scorso 11 novembre 2020, l’amministrazione comunale aveva preso una serie di impegni riguardo alle problematiche inerenti la disastrosa condizione delle case popolari a Pisa. In particolare, sottolineavamo la gravità della situazione di via Pungilupo. L’amministrazione si era impegnata a effettuare tutti i necessari lavori di manutenzione, ordinari e straordinari. Eppure, negli impegni di spesa del 2021, non compaiono somme per via Pungilupo. Nonostante le reiterate richieste di incontri, nessuna riposta è stata data a noi e ai residenti! Le piogge delle ultime settimane hanno ulteriormente peggiorato la situazione, con infiltrazioni, ulteriori crepe e muffe che ormai interessano gran parte delle unità residenziali". Così il sindacato chiede "un incontro urgente all’amministrazione e al presidente di Apes dott. Grossi per affrontare e risolvere le problematiche di questo edificio, troppo a lungo ignorate".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento