Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Volterra / Piazzetta dei Fornelli

Mura crollate a Volterra, intellettuali si mobilitano: "Intervenire con urgenza"

L'appello lanciato da un gruppo di intellettuali che hanno particolarmente a cuore la città etrusca vuol cercare di spingere ad un intervento immediato per ripristinare la cinta muraria. Intanto martedì previsto un sopralluogo tecnico

Dopo il crollo di una parte delle mura medievali di Volterra nella notte tra giovedì e venerdì, si alza un appello lanciato da un gruppo di intellettuali che ben conoscono la città etrusca: dal poeta Roberto Carifi allo scrittore Giorgio Van Straten, dal giornalista Athos Bigongiali all'italianista Arnaldo Bruni.

L'appello è indirizzato al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al ministro dei Beni Culturali, Massimo Bray, al ministro per l'Istruzione, l'Universita' e la Ricerca, Maria Chiara Carrozza, al presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, all'assessore alla Cultura della Regione Toscana, Cristina Scaletti, al presidente della Provincia di Pisa, Andrea Pieroni, e al sindaco di Volterra, Marco Buselli.

"Le notizie di una frana che ha colpito duramente persone e cose fa riflettere sulla fragilità della bellezza del nostro patrimonio storico, artistico e urbano". Questo l'inizio dell'appello che chiede al Governo di intervenire con urgenza per porre rimedio al drammatico danno provocato dal tempo.
"In quel pezzo di mura medievali e stradine fino a ieri c'erano abitazioni e botteghe di artisti e alabastrai, e lì molte volte poeti e scrittori sono andati a leggere in pubblico o si sono incontrati al premio 'Ultima frontiera' - si legge ancora nel testo - perchè la poesia è di casa a Volterra. E oggi, letterati e intellettuali che conoscono l'atmosfera profonda e veritiera di uno dei centri della bellezza italiana, esprimono solidarietà agli abitanti e alle istituzioni volterrane, chiedono al Governo di intervenire e si mettono a disposizione per un incontro a Volterra che dimostri l'attaccamento che tanti provano per questa città schiva e stupenda".

L'appello porta le firme di Alessandro Agostinelli (Firenze), Athos Bigongiali (Pisa), Tiziano Broggiato (Vicenza), Arnaldo Bruni (Firenze), Roberto Carifi (Pistoia), Marco Cipollini (San Miniato), Giovanni Fierro (Gorizia), Piero Floriani (Pisa), Alberto Giustarini (Volterra), Giuseppe Grattacaso (Pistoia), Lorenzo Greco (Livorno), Tomaso Kemeny (Milano), Daniele Luti (Lucca), Francesco Maccio' (Genova), Fabrizio Parrini (Cecina), Loretto Rafanelli (Bologna), Luca Ricci (Roma), Lidia Riviello (Roma), Angelo Tonelli ( Lerici), Giacomo Trinci (Pistoia), Valerio Vallini (San Miniato), Giorgio Van Straten (Firenze) e Roberto Veracini (Volterra).

DANNI. Intanto sul colle etrusco verrà organizzato un Consiglio Comunale aperto, da tenersi entro la fine della settimana, in cui il sindaco Marco Buselli relazionerà alla popolazione sui danni provocati dal maltempo, sulle visite istituzionali del ministro per la ricerca Maria Chiara Carrozza, del ministro per i beni culturali Massimo Bray e del governatore della Regione Toscana Enrico Rossi e recepirà eventuali indicazioni da parte dei cittadini su difficoltà o problematiche contingenti. E’ quanto deciso dall’amministrazione comunale di Volterra.
Sul fronte dei lavori di ripristino, invece, martedì 4 febbraio alle ore 9,30 si svolgerà un sopralluogo tecnico nella zona del crollo tra tecnici di Comune, Regione Toscana, Genio Civile e Soprintendenze competenti. Sempre nei prossimi giorni sarà, infine, istituita, su indicazione del Ministero per i beni culturali e con il coordinamento della direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana l’unità di crisi per le mura di Volterra.



 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mura crollate a Volterra, intellettuali si mobilitano: "Intervenire con urgenza"

PisaToday è in caricamento