Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Volterra / Piazza Martiri della Libertà

Crollo dello sperone a Volterra, Ivan Ferrucci: "Finanziamenti statali per un risanamento della città"

La frana si è verificata lunedì pomeriggio mentre era in corso una operazione di alleggerimento. Un mese fa il crollo di una porzione della cinta muraria, lunedì una nuova ferita nel cuore dei volterrani. E torna alla ribalta il problema degli stanziamenti dal Governo

Lo sperone di roccia crollato (foto Gazzetta di Volterra)

“Quello che si temeva purtroppo è successo, ovvero il crollo dello sperone, fortunatamente senza feriti. Quanto sta accadendo a Volterra è una vera emergenza e ora è sempre più urgente che arrivino dallo Stato finanziamenti adeguati a un progetto di risanamento complessivo della città. Non possiamo lasciare che sotto i nostri occhi cada a pezzi una parte importante del patrimonio storico-artistico non solo toscano ma anche nazionale, mettendo in pericolo un’intera comunità. Non dobbiamo capire sempre troppo tardi che la prevenzione del rischio idro-geologico è una priorità”.

Così il capogruppo Pd Regione Toscana Ivan Ferrucci e il consigliere regionale Pd Paolo Tognocchi in merito al crollo dello sperone delle mura di Volterra avvenuto ieri pomeriggio, proprio mentre era in atto un intervento di alleggerimento della cinta muraria per scongiurare quello che poi di fatto è successo, proprio al di sopra dell'ingresso del parcheggio sotterraneo che era stato chiuso, così come la viabilità dell'area, da un'ordinanza del sindaco Marco Buselli. I detriti non hanno comunque invaso la strada: ora la priorità è la messa in sicurezza della zona per evitare ulteriori scivolamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo dello sperone a Volterra, Ivan Ferrucci: "Finanziamenti statali per un risanamento della città"

PisaToday è in caricamento