Cronaca

Colpisce la moglie alla gola con un taglierino: ancora in carcere

La donna aggredita lunedì da Daniele Sodi, dal quale si stava separando, sta migliorando anche se è ancora ricoverata in prognosi riservata. L'aggressore resta in carcere: il gip però non ha convalidato l'arresto

Resta in carcere Daniele Sodi, il 48enne che lunedì mattina in un vialetto interno all'ospedale Santa Chiara di Pisa ha colpito la moglie con un taglierino alla gola. All'udienza di convalida il giudice per le indagini preliminari ha emesso la misura di custodia cautelare in carcere, pur non convalidando l'arresto perchè il fatto non è avvenuto in flagranza di reato, visto che è stato lo stesso Sodi, dopo aver aggredito la moglie, dalla quale si stava separando, a chiamare la Polizia e ad aspettare l'arrivo degli agenti seduto su una panchina nelle vicinanze del luogo del ferimento. La permanenza in carcere è dovuta al fatto che per il gip l'uomo potrebbe tentare di nuovo di uccidere la moglie.

Intanto la donna è ancora ricoverata in prognosi riservata. Le sue condizioni stanno migliorando. Fortunatamente il colpo inferto dal marito non ha leso organi vitali. Quando sarà in grado di parlare con gli inquirenti sarà interrogata: solo lei infatti può sapere come sono andate esattamente le cose.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpisce la moglie alla gola con un taglierino: ancora in carcere

PisaToday è in caricamento