Cronaca

Api uccise e migliaia di euro di danni: "E' l'opera di un sabotatore, intimidazione intollerabile"

Colpiti 20 alveari su 80 della Mieleria Toscana di Rosignano posizionati a Pisa. La titolare denuncia: "Non è la prima volta che succede, ora diciamo basta"

E' un danneggiamento difficilmente sopportabile quello che la Mieleria Toscana, azienda di Rosignano Marittimo (LI), ha subìto nel Comune di Pisa. Il produttore ed apicoltore denuncia i fatti accaduti fra sabato 11 e lunedì 13 luglio, arco di tempo in cui le arnie erano posizionate in zona Navicelli, nei terreni vicino ai cantieri navali ed ai campi di girasole: qualcuno si è diretto sul posto ed ha spaccato 20 alverari, causando la morte di moltissime api. Nei campi pisani erano complessivamente posizionati 80 alveari. 

"Il danno è ancora da quantificare - spiega la titolare Sara Pescia, che insieme al marito porta avanti l'azienda da 11 anni - dobbiamo vedere quante famiglie riusciranno a sopravvivere dopo questo odioso gesto. Si va certamente fra i 7 ed i 10mila euro di danno. Una forte perdita economica, ma è duro anche il danno morale: fa molto male vedere le arnie spaccate, le api sono come gli animali di una fattoria. Devi salvaguadarne la salute e curarle molto per avere una buona produzione. E' stato davvero un gesto vile".

E' possibile che l'autore sia qualcuno del settore, locale. "E' evidente - spiega Sara - che chi ha agito sapeva cosa stava facendo. E' arrivato con la strumentazione idonea a proteggersi, perché se spacchi una cassetta poi vieni inondato dalle api e fuggi. Poi nulla è stato rubato. Si tratta di un atto intimidatorio, un messaggio che dice 'voi non potete stare qui, andatevene'. Abbiamo subìto un danneggiamento uguale a questo anche 2 anni fa, con le arnie posizionate in zona Parco San Rossore. Stesso modus operandi. Oggi come allora abbiamo denunciato il fatto ai Carabinieri".

Si tratta del terzo attacco, in realtà. "Il primo caso risale a 6 anni fa - ricorda l'apicoltrice - in quel caso però rubarono anche le famiglie di api". Ora gli imprenditori hanno voluto dire basta a questa situazione: "E' assurdo, operiamo a Pisa da 11 anni, prendiamo accordi con i proprietari dei terreni, seguiamo le regole. Abbiamo tutto il diritto di stare qui. Sappiamo, parlando con altri apicoltori, che ci sono state altre vittime, episodi come questi sono già successi nel Comune di Pisa. Vorremmo con la nostra denuncia pubblica sensibilizzare sul caso ed anche magari spingere a fare delle segnalazioni per trovare il responsabile". 

arnie api rotte navicelli pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Api uccise e migliaia di euro di danni: "E' l'opera di un sabotatore, intimidazione intollerabile"

PisaToday è in caricamento