Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Volterra e la via alternativa della cultura, l'assessore Danti: "Progetto condiviso per il futuro del territorio"

L'assessore alla Cultura commenta con soddisfazione l'accordo preliminare con la Regione per la realizzazione di un progetto di sviluppo di Volterra: "La candidatura a Capitale della cultura è soltanto l'inizio"

C'è grande soddisfazione a Volterra all'indomani della firma  del disciplinare con la Regione Toscana che apre la strada ad un protocollo che normerà il progetto condiviso di sviluppo e valorizzazione di tutto il territorio volterrano. "Siamo partiti dalla cultura e siamo arrivati a coinvolgere nel progetto tutto ciò che riguarda Volterra. Siamo orgogliosi di aver raggiunto un risultato incredibile per portata e potenzialità": commenta così Dario Danti, assessore alla Cultura del Comune.

L'accordo con la Regione

"La candidatura a Capitale italiana della cultura 2022 ha incanalato i confronti con la Regione - spiega Danti - ma fin da subito non abbiamo voluto limitarci a questo traguardo. Perché desideriamo uscire dai fastidiosi confini della cultura autoreferenziale e autocelebrativa. Tutti conoscono la storia di Volterra e il patrimonio ereditato nel corso dei secoli. Il nostro progetto mette la cultura al centro, ma intende utilizzarla come volano per uno sviluppo organico dell'intero territorio". Ecco perché nel protocollo che verrà stilato a quattro mani con la Regione Toscana confluiranno anche progetti riguardanti la viabilità, le infrastrutture e l'ambiente, soltanto per citare alcuni temi.

"La cultura ha la forza per incidere positivamente sul territorio e sulla vita quotidiana della cittadinanza - sottolinea l'assessore Danti - purtroppo siamo abituati a vederla come una ciliegina sulla torta o una foglia di fico utilizzata per nascondere criticità e problemi. Volterra, partendo dal dossier di candidatura a Capitale italiana, intende dimostrare che c'è una via alternativa che passa attraverso la condivisione di un progetto anche con la popolazione. Siamo certi che su questa strada sarà più semplice costruire un futuro solido per Volterra: la rigenerazione umana non è soltanto uno slogan della nostra candidatura, ma lo strumento per accompagnare il territorio verso nuovi progetti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volterra e la via alternativa della cultura, l'assessore Danti: "Progetto condiviso per il futuro del territorio"

PisaToday è in caricamento