Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Controlli Antimafia negli appalti pubblici: un database contro le infiltrazioni mafiose

Il progetto è stato presentato in Prefettura di fronte ai rappresentanti delle Stazioni Appaltanti della provincia. L'obiettivo è quello di attivare un sistema di conoscenza degli appalti

La necessità di ottimizzare la conoscenza degli appalti pubblici, al fine di prevenire eventuali tentativi di infiltrazioni mafiose nell’economia locale, è stato il filo conduttore dell’incontro che si è svolto stamani in Prefettura con i rappresentanti delle Stazioni Appaltanti della provincia.

L’obiettivo, come ha sottolineato il prefetto Francesco Tagliente nel porgere il saluto ai partecipanti, è quello di attivare un efficace sistema di conoscenza sugli appalti, quale utile strumento per l’espletamento di delicate funzioni demandate al prefetto dalle nuove norme contenute nel Codice Antimafia.
In particolare, quelle in tema di accesso per i controlli nei cantieri, secondo l’art. 93 del Codice Antimafia, e quelle previste per gli accertamenti preliminari sulle imprese locali, in relazione ai quali l’art. 95 impone l’obbligo alle Stazioni Appaltanti di informare il prefetto sin dalla pubblicazione del bando di gara.

In tale direzione, nel corso dell’incontro è stato presentato un sistema informatizzato sugli appalti pubblici, predisposto dalla Prefettura, in grado di fornire un quadro completo su tutta la filiera delle imprese che partecipano agli appalti.
Nell’occasione, sono state recepite le indicazioni e i suggerimenti forniti dai responsabili dei competenti settori e dai tecnici informatici degli Enti pubblici intervenuti, per mettere a punto, in un’ottica collaborativa su una tematica di particolare interesse, un sistema condiviso e meglio aderente alle esigenze di controlli antimafia voluti dal legislatore. 
Nei prossimi giorni il database verrà inviato alle Stazioni Appaltanti allo scopo di renderlo al più presto operativo.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli Antimafia negli appalti pubblici: un database contro le infiltrazioni mafiose

PisaToday è in caricamento