Cronaca

Scuola, tutto pronto per l'inizio del nuovo anno: liste d'attesa azzerate e più sostegno ai disabili

Tutte le novità e le informazioni sui servizi attivati nelle scuole cittadine per l'anno scolastico 2015/2016. Alla provincia di Pisa assegnati 246 nuovi insegnanti di sostegno in deroga. Il provveditore: "Risultato straordinario"

Un momento della Conferenza stampa

Liste d'attesa praticamente azzerate per asili nido e scuole materne, incremento delle attività di sostegno e stabilizzazione delle sezioni Pegaso. Sono questi i dati salienti delle scuole pisane ad una settimana dalll'inizio dell'anno scolastico 2015/2016. I nidi apriranno infatti il 9 settembre mentre tutte le altre scuole il 15. I servizi di refezione e trasposto inizieranno invece una settimana dopo l'avvio delle lezioni, come da richiesta dei dirigenti scolastici.

"Per il nuovo anno - spiega l'assessore alle Politiche educative del comune di Pisa, Marilù Chiofalo - ci sono importanti novità che riguardano tutte le scuole, di ogni ordine grado. Si parte dai nidi dove è stata compiuta un'operazione di razionalizzazione dei posti antimeridiani con la conseguente creazione di nuovi posti a tempo pieno. Per la scuola d’infanzia si è invece riusciti a stabilizzare le sezioni Pegaso già attive, mentre per le scuole elementari partirà alla Don Milani l'innovativo progetto 'a scuola senza zaino': le aule e i vari ambienti sono stati dotati di mobilio funzionale e di una grande varietà di strumenti didattici sia tattili che digitali. La visione di una scuola europea entrerà invece nelle scuole medie con l’attivazione di due progetti Erasmus Plus su tecnologia e scienza".

Riconfermata infine anche l'apertura di tutte le ludoteche cittadine (una per ogni quartiere) e dello sportello di ascolto dedicato a studenti, insegnanti e genitori.

NIDI D'INFANZIA. A fronte di 348 domande di iscrizione ricevute sono stati assegnati 278 posti, mentre sono solo 5 i bambini in lista di attesa. "Sono però ancora disponibili - prosegue la Chiofalo - 12 posti nello spazio gioco (attività antimeridiana). Proprio riguardo agli spazi gioco si è operata una razionalizzazione dei posti disponibili, concordata con le famiglie richiedenti: quelli da sempre meno richiesti sono stati concentrati su un unico centro (l’Isola delle farfalle a Porta a Lucca). L’operazione ha consentito di creare nuovi posti a tempo prolungato in altre strutture".

Vengono inoltre confermati i 30 posti lasciati a disposizione per i lattanti che rientrano nella seconda graduatoria, mentre per coloro che non avranno trovato posto e manterranno la condizione di attesa resta l’assegnazione del buono servizio regionale che ammonta fino ad un massimo di 400 euro mensili in base all’Isee.

SCUOLE D’INFANZIA. Al momento sono 62 i bambini in lista di attesa ma circa 50 potranno essere inseriti nelle sezioni Pegaso attivate dalla Regione. "Anche in questo caso - afferma la Chiofalo - si va quindi verso l’azzeramento delle liste di attesa considerando anche che sono state stabilizzate le sezioni Pegaso attive negli scorsi anni e ne sono state richieste ulteriori".

REFEZIONE SCOLASTICA. L’inizio del servizio di refezione scolastica è previsto per il 21 settembre ad eccezione degli asili nido comunali in cui inizierà il 14 settembre. Lo scorso anno gli alunni iscritti al servizio sono stati 3.228 per un totale di 470.454 pasti distribuiti in 39 refettori. Rimangono invariate le tariffe.

TRASPORTO SCOLASTICO. Il servizio di trasporto scolastico inizierà il 21 settembre. Le domande pervenute sono in totale 329, alle quasi si aggiungono 92 bambini rom. "I posti a disposizione - prosegue l'assessore - sono in totale 530, per cui al termine dell'istruttoria valuteremo la disponibilità dei posti anche per le domande pervenute fuori termine. Gli scuolabus a disposizione per i campi rom di Oratoio e Coltano sono 3 con 126 posti a disposizione. Sul litorale i bambini e le bambine rom saliranno invece sugli scuolabus insieme agli altri utenti".

SOSTEGNO ALLA DISABILITA'. Le risorse che nel 2015 l’amministrazione comunale dedica all’assistenza specialistica nelle scuole sono di 600mila euro, 100mila euro in più rispetto allo scorso anno.

In totale in provincia sono 1503 gli alunni disabili per i quali verranno impiegati 985 insegnanti di sostegno. "Rispetto allo scorso anno - ha affermato il provveditore alla guida degli Uffici scolastici di Pisa, Livorno e Grosseto, Lugi Sebastiani - sono stati assegnati alla provincia di Pisa 246 nuovi insegnanti di sostegno in deroga. Un risultato che ritengo straordinario".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, tutto pronto per l'inizio del nuovo anno: liste d'attesa azzerate e più sostegno ai disabili

PisaToday è in caricamento