Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Declassamento aeroporto di Pisa: i commenti delle forze politiche

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Appena appresa la notizia del declassamento dell’aeroporto cittadino, subito le forze politiche presenti in Consiglio Comunale hanno preso posizione.

“Il nostro aeroporto  - ha detto la presidente del Consiglio Comunale, Titina Maccioni -  è sempre cresciuto costantemente. Quella del Ministero è un posizione miope. Lavoreremo per convocare un Consiglio Comunale, nel più breve tempo possibile,  su questo importantissimo tema”.  

“L'aeroporto di Pisa – ha dichiarato il capogruppo consiliare del PD, Ranieri Del Torto -  soprattutto se inserito nel sistema aeroportuale toscano, ha in sè la vocazione ad essere strategico per tutta l'Italia centrale; questo per la facilità di comunicazione e per le capacità gestionali. Sinceramente non capisco le ultime valutazioni tra l'altro in contraddizione con un altro studio pubblicato poco tempo fa”.

“Quale disegno c’è - così ha dichiarato Maria Luisa Chincarini, consigliera regionale e capogruppo consiliare del Centro democratico - dietro questo declassamento? Subito è necessario capire cosa si nasconde dietro a tutto questo.”

  “Il Galilei - ha così detto il capogruppo consiliare del PSI, Giuliano Bani - è la porta di accesso della toscana e di tutta l’Italia centrale. Il declassamento non ha senso”.

“Non capiamo - cosi ha esordito il capogruppo di SEL in Consiglio Comunale, Carlo Scaramuzzino - come mai sono state cambiate le carte in tavola a 20 giorni dalle elezioni. Sel sostiene la presa di posizione del Governatore Rossi e del Sindaco di Pisa”.  “Credo che sia il momento – ha poi aggiunto Luca Titoni, capogruppo dell’UDC in Consiglio Comunale - di unirci lasciando da parte il campanilismo. Dobbiamo lavorare  insieme al Presidente Rossi e a tutti i parlamentari della Toscana per difendere il sistema aereoportuale toscano., Dobbiamo fare subito un’azione comune”.

“E’ un atto grave. La responsabilità - dice Maurizio Bini, capogruppo consiliare di Rifondazione Comunista - è di questo governo Monti e dei partiti che l’hanno sostenuto e che lo sostengono, cioè del PDL, PD e UDC”.

“Del Galilei parlano i numeri. Declassare l’aeroporto pisano - sottolinea poi Roberta Luperini consigliera comunale del gruppo Libertà e futuro - risponde ad una logica politica che dobbiamo combattere”.

“Gravissime responsabilità della Regione - ha poi dichiarato il capogruppo consiliare del PDL, Giovanni Garzella - perché, nel passato, non hanno voluto fare di Pisa l’unico e grande aeroporto toscano, e perché, oggi,  non si è voluto trovare soluzioni rapide condivise e certe sul sistema aereoportuale e toscano. Ora bisogna lavorare insieme nell’interesse della nostra comunità”.

 “Questa vicenda - ha affermato poi, Massimo Balzi del gruppo consiliare di FLI - è  emblematica del nostro paese. Più un’azienda funziona, in questo caso è la Sat, più si cerca di creargli problemi ed ostacoli. Occorrono politiche nuove”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Declassamento aeroporto di Pisa: i commenti delle forze politiche

PisaToday è in caricamento