Cronaca

Cittadella, un lettore: "Fulgido esempio di abbandono urbanistico e di spreco di denaro"

Un lettore ci ha inviato alcune foto, scattate il 24 aprile, che documentano lo stato di abbandono a cui è lasciata la Cittadella. "un monumento condannato all'incuria" ci scrive

Dopo le critiche alla nuova Piazza Vittorio Emanuele, Rossi M. (così si firma il nostro lettore) ci ha inviato commento e foto sul degrado presente alla Cittadella. Ecco cosa ci scrive:

"Inevitabilmente e inderogabilmente, di anno in anno, l’indifferenza amministrativa miete i suoi consolidati 'massacri'; e tra i numerosi compiuti ci sono delle costanti, un fiore all’occhiello è rappresentato appunto dalla Cittadella (e dintorni). Area martoriata dagli anni ’60 che non ha mai più trovato una sua identità, se non quella di un fulgido esempio di abbandono urbanistico e di spreco di denaro. La Torre Guelfa troneggia: sulla perenne spazzatura, sul sicuro vespasiano, sul bivacco estemporaneo, sullo spaccio occasionale. Neppure le annuali occasioni di San Ranieri e le quadriennali Regate delle Repubbliche Marinare sono riuscite a dare dignità a questo monumento condannato all’incuria. Eppure era, e resta, il simbolo dell’antico porto pisano.
Certo, sull’edificio e intorno al medesimo, in questi anni si sono investiti migliaia di progetti (e di soldi), grandi e piccoli (uno è tutt’ora in corso d’opera), ma hanno generato sempre lo stesso risultato, l’abbandono. Tra un inciucio e l’altro si è pure provveduto a dargli una veste luminosa notturna, ma è ha avuto la durata di una meteora. Resti di tale impianto (spento) sopravvivono tra colture di trifogli, escrementi e sporcizia. Del resto chi se ne frega di quanto sia costato, probabilmente, quando la situazione sarà al punto di non ritorno, ci sarà l’ennesimo progetto di recupero, oops! Volevo dire di riqualificazione ambientale che riporterà, a costi sicuramente quadruplicati, tutto come nuovo. Ovviamente durerà solo il tempo necessario per provvedere ad un nuova successiva 'riqualificazione'. Suvvia, non ci crucciamo e non ci pensiamo, stamani alle 09:30 (ieri, ndr) corriamo gioiosi per la Strapazzata cittadina, basta che quando attraversiamo il ponte della cittadella, gli organizzatori ci concedano la possibilità di fornirci di un bel paraocchi di cuoio come per i cavalli".  

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella, un lettore: "Fulgido esempio di abbandono urbanistico e di spreco di denaro"

PisaToday è in caricamento