Degrado al mercato di via Paparelli: "Rifiuti abbandonati e resti di escrementi umani"

La denuncia degli operatori che hanno avviato anche una raccolta firme per sollecitare l'intervento delle autorità. Tra le problematiche anche quella dei parcheggiatori abusivi

Resti di cibo e di escrementi umani, spazzatura, vestiti sporchi e rifiuti di vario genere abbandonati qua e là. I commercianti del mercato di via Paparelli denunciano lo stato di degrado in cui versa il piazzale, in particolare la parte a ridosso dell'adiacente parcheggio sterrato e dell'area verde. "Qui ogni notte - afferma Franco Palermo commerciante e presidente provinciale di Fiva-Confcommercio - sostano abusivamente 4-5 camper che la mattina del mercoledì e del sabato si spostano poi nel vicino parcheggio sterrato, abbandonando però sulla piazza rifiuti di ogni genere, tra cui anche vario materiale biologico. Abbiamo fatto già diverse segnalazioni alla Municipale e alla Questura ma ad oggi niente si è mosso".

Le reazioni: "Emergenza sanitaria, il sindaco si sbrighi ad intervenire"

Una situazione ormai insostenibile che va avanti da alcuni mesi. "Cacca, pipì, cibo di vario genere. Quando arriviamo qui la mattina  - afferma Alessandro Mori, uno dei commercianti più colpiti dalla situazione vista la posizione del suo banco - ci troviamo davanti ad uno spettacolo penoso e ad un odore nauseabondo. Non è solamente una questione di degrado ma è un problema anche dal punto di vista igienico sanitario. In ballo c'è la nostra salute e francamente la situazione non è più sostenibile". Un contesto non proprio ideale che si ripercuote però anche sugli affari. "I clienti si avvicinano al banco per vedere i prodotti - racconta Luise Amelia, un'altra delle commercianti che risentono maggiormente della situazione - ma poi si allontanano per la forte puzza". 

Ma l'abbandono di rifiuti vari non è l'unico problema con cui devono fare i conti gli oltre 200 operatori dell'area. "Il parcheggio sterrato adiacente la piazza è a pagamento - continua Palermo - e ogni giorno di mercato ci sono una decina di parcheggiatori abusivi che prendono letteralmente d'assalto i clienti che arrivano in macchina. Nei giorni come oggi, in cui è minore l'afflusso di gente, è anche capitato che si picchiassero tra di loro nel tentativo di racimolare qualche spicciolo in più, spaventando così i clienti che magari la volta dopo decidono di non tornare. Insomma già di per sè la situazione del commercio è critica, così gli si dà la mazzata definitiva. Senza parlare poi del commercio abusivo. Quando i vigili se ne vanno, intorno alle 12-12.30, arrivano i venditori con i loro prodotti contraffatti". Una situazione segnalata già alcuni mesi fa alla Questura. "Ad inizio dicembre abbiamo anche incontrato il Questore - afferma ancora Palermo - il quale ci aveva promesso una serie di provvedimenti che però non sono mai arrivati".

Segnalate criticità anche per quanto riguarda i bagni, in particolare quelli lato Carrefour, e gli impianti elettrici. "I bagni sono fatti male - racconta un altro operatore, Antonio Salvadori - e gli scarichi si riempiono facilmente. Negli ultimi due mesi sono stati chiusi due volte perchè intasati. Una situazione che ovviamente crea ancor maggior degrado. Ci sono poi anche problemi per quanto riguarda gli impianti elettrici che non sono mai stati rivisti da quando ci siamo trasferiti qui più di 15 anni fa".

Sabato scorso è partita una raccolta firme tra gli operatori per segnalare tutte queste criticità a sindaco, prefetto e questore e chiedere provvedimenti in merito. "Ogni anno -  coclude Debora Vierucci, commerciante e membro della presidenza di Anva Conesercenti area pisana - ognuno di noi versa oltre mille euro l'anno al Comune per l'occupazione del suolo pubblico. Considerando tutti gli operatori si parla di una cifra annuale di circa 250mila euro. Noi paghiamo e in cambio vorremmo però un pò di attenzione e pulizia in più".

La situazione di mercoledì mattina

Ecco come si presentava la piazza questa mattina, mercoledì 31 gennaio, nel video girato da alcuni commercianti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento