Cronaca Centro Storico

Degrado stazione: ultimatum dei commercianti, poi si alzerà la protesta

Gli esercizi commerciali vogliono la risoluzione della situazione in due settimane: chiesto un incontro con il sindaco e il prefetto. Intanto oggi al via una raccolta di firme

Un'immagine del degrado in zona stazione

Non è ancora il momento della protesta clamorosa, ma commercianti e cittadini della stazione, esasperati per il degrado e l'insicurezza, al termine dell' assemblea infuocata di ieri pomeriggio, lanciano il loro ultimatum a sindaco e prefetto: intervenire nel giro di due settimane, ripristinare una situazione minima di legalità e di decenza, viceversa la risposta sarà uno stato di agitazione, puntellato da iniziative di protesta, che coinvolgerà commercianti, associazioni e cittadini della stazione, ma anche l'intera città. Contestualmente, partirà già da oggi una raccolta di firme, la più capillare possibile, a sostegno dell'intero movimento di “liberazione” della stazione. In queste ore verrà inoltre recapitata urgentemente una richiesta di incontro proprio a sindaco e prefetto al fine di intraprendere efficaci azioni risolutive.


“Siamo a fianco dei commercianti e dei cittadini della stazione, siamo con loro nelle azioni di protesta che in caso di risposta negativa delle istituzioni, decideranno di intraprendere - afferma il direttore di Confcommercio Federico Pieragnoli - dobbiamo impedire in tutti i modi che la stazione si trasformi in un definitivo “cimitero” delle attività commerciali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado stazione: ultimatum dei commercianti, poi si alzerà la protesta

PisaToday è in caricamento