Cronaca

Delocalizzazione Borgo Cariola: altre 4 case comprate da Enac, siamo al 60%

Procede nei tempi previsti lo spostamento degli abitanti dal borgo vicino l'aeroporto, per un investimento complessivo di 16,5 milioni di euro. La misura è necessaria al fine di tutelare gli abitanti dal rischio di trovarsi circondati dal sedime

Continua secondo il cronoprogramma l’operazione per la delocalizzazione di Borgo Cariola: altri 4 ?atti di acquisto di abitazioni sono stati firmati nei giorni scorsi dal Direttore Centrale Infrastrutture Aeroporti e Spazio Aereo dell’Enac Roberto Vergari, in rappresentanza dell’Ente. Continua così il piano di trasferimento degli abitanti, giunto attualmente al 60%, nel rispetto dei tempi stabiliti.

Per fine mese sono previsti altri due contratti. Il complesso intervento comporta uno stanziamento globale di 16,5 milioni di euro. Procede al contempo l'opera di demolizione delle case acquistate nei mesi scorsi.

La delocalizzazione di questo borgo, frutto di un Accordo di Programma concluso tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero della Difesa, il Ministero dell’Economia e delle Finanza, l’Enac, la Regione Toscana, gli Enti territoriali interessati e la SAT, società di gestione dell’Aeroporto di Pisa, è stata disposta per ridurre il rischio aeronautico e ambientale che riguarda alcune abitazioni circondate dal sedime dell’Aeroporto di Pisa Galileo Galilei.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delocalizzazione Borgo Cariola: altre 4 case comprate da Enac, siamo al 60%

PisaToday è in caricamento