Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca San Giusto / Via Cariola

Borgo Cariola: altri 17 contratti per la delocalizzazione, risolto il caso delle 8 famiglie in affitto

Lo spostamento degli abitanti dall'area fra via Cariola e Carrareccia prosegue con nuovi acquisti di abitazioni da parte di Enac. Le otto famiglie in affitto riceveranno un alloggio in case popolari. In consegna entro la primavera 126 nuove abitazioni Erp

Il progetto da 16 milioni di euro per spostare gli abitanti da via Cariola e via Carrareccia continua con altri 17 contratti su 44 preventivati, con più altri 6 acquisti da parte di Enac previsti entro la fine del mese di febbraio. Procede spedita quindi la delocalizzazione del borgo abitativo chiuso fra la Fi-Pi-Li e le piazzole di sosta degli aerei del Galilei, area che verrà utilizzata per lo sviluppo dell'aeroporto una volta abbattuti gli immobili. 

L'Amministrazione comunale ha fortemente voluto l'intervento, finanziato per 10 milioni dallo Stato e per 6 a metà fra Regione Toscana e Sat. Uno dei nodi recenti della vicenda riguardava otto famiglie residenti non proprietari di casa, bensì in affitto. L'assessore alle politiche abitative Ylenia Zambito ha annunciato che "saranno sistemate in altrettante case popolari di resulta, quelle lasciate dai precedenti inquilini e rimesse in regola con i requisiti di abitabilità". Ciò sarà possibile "grazie al lavoro di Apes e anche ad un finanziamento di 800mila euro ricevuto dalla Regione proprio per il recupero di queste abitazioni".

Dall'inizio del 2014 sarebbero state 114 le case popolari sistemate, di cui oltre i quattro quinti già assegnate. Altre 15 sono in esecuzione. L'attribuzione delle abitazioni Erp a queste famiglie sarebbe possibile poiché "la legge ci consente di utilizzare il venti per cento di queste case per dare risposta alle situazioni di emergenza – afferma la Zambito – abbiamo così deciso di assegnarne otto alle famiglie che vivono in affitto nelle vie Cariola e Carrareccia in modo da velocizzare i tempi di un percorso che, comunque, era già segnato dato che tutti e otto i nuclei familiari sono inseriti nella graduatoria per un alloggio Erp con punteggio che dà diritto ad una casa popolare".

Sul capitolo generale delle case popolari entro la primavera l'assessore ricorda che andranno in consegna 126 nuovi appartamenti entro la primavera: "Gli interventi sono praticamente finiti in tutti i cantieri e gli uffici stanno lavorando alle assegnazioni. A febbraio contiamo di consegnare le chiavi dei 58 appartamenti Erp del Cep, ossia i 43 di via da Fabriano e i 15 di via Vecellio, e anche di dare il via al trasferimento dalle prime famiglie dalle vecchie case di edilizia residenziale pubblica di Sant’Ermete ai 48 alloggi del nuovo edificio volano di via bandi. Poi, entro la fine di marzo, assegneremo anche le venti nuove case popolari di Calambrone". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo Cariola: altri 17 contratti per la delocalizzazione, risolto il caso delle 8 famiglie in affitto

PisaToday è in caricamento