Cronaca Cisanello

Cisanello: demoliti nove insediamenti Rom abusivi

Ci vivevano 26 famiglie di cittadinanza romena per un totale di 85 persone. I mezzi di Avr al lavoro già da questa mattina: entro venerdi tutta l'area sarà ripulita

Un momento della demolizione degli insediamenti rom

Si è conclusa oggi in modo del tutto pacifico, la vasta operazione di Polizia Municipale e forze dell’ordine finalizzata alla demolizione e alla chiusura dei nove accampamenti abusivi sorti negli ultimi mesi lungo la golena d’Arno di Cisanello, in cui vivevano ventisei famiglie rom di cittadinanza romena per un totale di ottantacinque persone (32 i minori).

Molti avevano già raccolto le loro cose e lasciato le baracche quando, questa mattina, intorno alle 8.30, volanti e le motociclette di Vigili Urbani, Carabinieri e Polizia si sono presentate al primo dei nove insediamenti proprio alle spalle del parcheggio gratuito del nuovo ospedale. Le forze dell’ordine hanno invitato le persone rimaste a finire di rimuovere le loro cose e, dopo averle allontanate, hanno dato il via alle ruspe di Avr che per tutta la mattinata sono state impegnate nell’intervento: sono state smantellate una ventina di baracche (alcune, infatti, erano state già smontate dagli abitanti nei giorni scorsi) e sei roulotte abbandonate e fatiscenti, oltre alla carcassa di una vecchia auto.

Un’operazione piuttosto complessa per il numero elevato di insediamenti non autorizzati liberati e abbattuti che ha visto impegnati 15 uomini dei Vigili Urbani e altrettanti di Carabinieri e Polizia, oltre agli operatori della Società della Salute, un’ambulanza della Croce Rossa (che non ha dovuto effettuare alcun intervento) e un pulmino per il trasporto delle famiglie che hanno richiesto un incontro con le assistenti sociali. Una ventina in tutto le persone ricevute: diciassette di loro hanno richiesto il rimpatrio volontario assistito in Romania e nelle prossime settimane potranno fare ritorno in patria con i mezzi della Croce Rossa, usufruendo del contributo previsto dalla Società della Salute. Con questi salirà a circa 160 il numero di coloro che, dall’aprile 2009 ad oggi, sono tornati a casa attraverso questo intervento.


Sul posto è rimasto un presidio dei Vigili Urbani e delle forze dell’ordine, alcune delle famiglie allontanate che, entro il tardo pomeriggio, finiranno di portar via i loro beni, e soprattutto i mezzi di Avr: l’ordinanza firmata dal sindaco Filippeschi, infatti, oltre all’allontanamento degli occupanti e all’abbattimento delle strutture, prevede anche la completa pulizia e bonifica di tutta l’area, un lavoro iniziato da questo pomeriggio e che si protrarrà fino a venerdi. I Vigili Urbani, invece, già da questa sera, assicureranno un servizio di controllo notturno in modo da evitare il formarsi di nuovi insediamenti non autorizzati nelle stesse aree.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisanello: demoliti nove insediamenti Rom abusivi

PisaToday è in caricamento