Free Walking Tour Pisa: "Intimiditi per le nostre visite guidate"

Lo staff dell'associazione racconta l'episodio avvenuto il primo luglio scorso

Lo staff di 'Free Walking Tour Pisa', che promuove passeggiate-visite guidate in città, denuncia come dallo scorso 8 luglio l'attività sia stata sospesa per delle intimidazioni avvenute una settimana prima.

Spiega l'associazione che domenica 1 luglio: "Una nota guida pisana si è presentata all'appuntamento, e fin qua tutto bene, le nostre iniziative sono libere ed aperte a tutti, senonché ha intenzionalmente agito in modo tale da impedire il normale svolgimento del tour, nonostante la presenza di altre dieci persone interessate a scoprire la città insieme a noi. La suddetta persona, sostenendo che la nostra guida non fosse abilitata ad esercitare la sua professione a Pisa, avendo lei ottenuto l'abilitazione nel comune di Lucca, ha quindi incalzato la guida affermando che avrebbe partecipato al tour al solo scopo di arrecare disturbo, facendo continue domande per verificare l'attuale conoscenza della città, con quale autorità ci chiediamo, e sollecitando le forze dell'ordine incontrate lungo il percorso a svolgere controlli rispetto all'attività stessa".

"Come se non bastasse - prosegue lo staff - ha fatto presente che, conoscendo le altre agenzie con cui la nostra guida regolarmente lavora, le avrebbe contattate chiedendo loro esplicitamente che non le venissero più affidati dei tour. Queste intimidazioni, questi comportamenti, non sono in nessun modo accettabili in un paese civile, e ricordano a noi un atteggiamento dal carattere molto poco professionale e dalle tinte mafiose. La nostra è una guida giovane, nuova del mestiere ma piena di voglia di fare, e soprattutto abilitata ad esercitare la sua professione su tutto il territorio nazionale, come da Legge n. 97 del 6 agosto 2013. La nostra guida, che si è dimostrata superiore alle angherie, per non condurre un tour disturbato e cercare di aprire un dialogo costruttivo e spiegare le ragioni dell’attività, ha deciso di sospendere l'attività".

"Noi, come staff Free Walking Tour Pisa e a nome della rete Free Walking Tour Italia, denunciamo apertamente un tale comportamento: non possiamo e non vogliamo sottostare ai diktat di chi, aldilà di ogni ruolo o merito, senza conoscere le nostre attività, intimorisce ed esorta ad interrompere le iniziative. Per nostro scrupolo, nel corso di questa settimana, abbiamo consultato Mibact e vari funzionari della regione Toscana ricevendo conferma che quanto facciamo, oltre ad essere un'attività valevole, è svolta nella completa legalità. Ci teniamo a specificare che non ci fermeremo e che riprenderemo regolarmente le nostre iniziative domenica 15 luglio, sicuri della legalità e della validità del nostro operato. Invitiamo pertanto tutti e tutte a prendere parte al tour, ore 10.30 presso la statua di Vittorio Emanuele II, per dimostrare vicinanza e solidarietà. Sarebbe il momento per la schiera più oltranzista del settore turistico italiano di smetterla con questi comportamenti (e non sarebbe la prima volta), e aprire un dialogo serio e costruttivo sul futuro dello stesso, come d'altronde già avvenuto a Bologna. Noi, come sempre, rinnoviamo l'invito alla collaborazione e al confronto, ma, lo ripetiamo, non sottostaremo alle minacce di chi, senza autorità alcuna, si permette di giudicare il nostro operato. Queste attività non possono far altro che portare valore aggiunto e innovazione nei territori disposti ad accoglierli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

  • "Pronto Polizia, non abbiamo più niente da mangiare", e gli agenti donano due pizze

Torna su
PisaToday è in caricamento