menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non rispetta la normativa per il possesso di armi, nei guai 53enne pisano

La Questura di Pisa ha preparato un opuscolo informativo per conoscere le norme da rispettare per detenere un'arma

L’ Ufficio Armi della Questura di Pisa ha denunciato per omessa ripetizione di denuncia di detenzione armi un cittadino pisano 53enne, originario di altra provincia toscana. La Polizia della città d’origine aveva rinvenuto, nel corso di una perquisizione, alcune armi, tra cui un fucile da caccia denunciato come rubato nel 2018, presso l’abitazione del padre del denunciato. Il fucile in realtà, secondo i controlli incrociati sui registri che la Polizia di Stato aggiorna costantemente, essendo la normativa italiana sulla movimentazione delle armi tra le legislazioni più rigorose, risultava detenuto a Pisa dal figlio del denunciante; in realtà, hanno appurato i poliziotti, il fucile era stato trasferito presso il domicilio del padre, omettendo di comunicare all’Autorità di Pubblica, entro le rituali 72 ore, l’avvenuto cambiamento del luogo di detenzione dell’arma. Mentre quest’ultima è stata restituita all’avente diritto, il 53enne è stato denunciato alla Procura della Repubblica; inoltre, avendo violato la normativa di settore, è stato avviato nei suoi confronti l’iter volto a verificare la sussistenza dei requisiti richiesti per i possessori di armi, ovvero avanzare la proposta al prefetto di decretarne il divieto di detenzione armi per abuso del titolo di polizia.

A tal proposito, poiché la complessa normativa in materia di armi non sempre è conosciuta nei dettagli dai cittadini, la Divisione Polizia Amministrativa e Sociale ha realizzato un opuscolo informativo contenente informazioni utili in materia, distribuito presso l’ U.R.P. della Questura, e sta realizzando un tutorial, un video dove vengono spiegate le varie procedure da osservare in materia di armi, che sarà a breve caricato sulla pagina internet istituzionale della Questura di Pisa e che conterrà anche una sorta di 'sportello virtuale', sicuramente utile in periodi di pandemia da Covid-19 e che andrà ad affiancare lo sportello fisico, già da anni operante, dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico di via Lalli.
I cittadini vi potranno inoltrare quesiti appunto in materia di armi, cui risponderanno i poliziotti del relativo Ufficio della Questura: dal 'cosa fare se rinvengo in soffitta un fucile detenuto da mio padre defunto' a 'quali sono i requisiti e le procedure per poter andare al poligono di tiro', etc.

Opuscolo informativo della Questura di Pisa per la detenzione di armi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento