Cronaca San Rossore

Parco San Rossore: cacciavano di frodo, denunciati tre bracconieri

La scoperta della Guardia Forestale dopo alcune segnalazioni: i tre cacciatori erano arrivati nel parco via Arno. Avevano anche il porto d'armi scaduto. Sequestrato anche un visore notturno

Sono state denunciate per bracconaggio tre persone che cacciavano di frodo nel Parco di San Rossore, dopo aver raggiunto la tenuta via Arno a bordo di una piccola imbarcazione. A scoprire il fatto la Guardia Forestale che ha recuperato anche una bicicletta appositamente modificata per trasportare la fauna selvatica abbattuta.

L'operazione, si spiega in una nota, è partita da una segnalazione anonima pervenuta al comandante del servizio tutela gestione ambientale del Parco che ha allertato la stazione e il posto fisso a cavallo della Forestale di San Rossore. Gli agenti si sono così appostati in località Le Tre Buche, vicino alla sponda dell'Arno, dove hanno poi sorpreso i tre cacciatori al loro rientro dalla battuta nel Parco, con un cinghiale eviscerato del peso di circa 44 chili. I tre sono stati così bloccati dalla Forestale sulla via del ritorno, in piena notte.


La Forestale ha sequestrato loro anche un visore notturno corredato di telecomandi per accensione e spegnimento, due fucili basculanti cal.44 muniti di silenziatori artigianali, munizioni e bossoli vuoti, una sacca da pesca ed un retino oltre ad altri attrezzi. I tre non possedevano neppure il porto d'armi in corso di validità. (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco San Rossore: cacciavano di frodo, denunciati tre bracconieri

PisaToday è in caricamento