Cronaca San Giusto / Via dell'Aeroporto

Aeroporto, torna la DHL, la Cgil: "Reimpiegare i lavoratori licenziati"

Di fronte al possibile ritorno al 'Galilei' della società leader nella gestione di spedizioni, il segretario generale di Filt-Cgil interviene per ricordare la situazione dei lavoratori che hanno perso il posto quando la DHL lasciò lo scalo pisano

Fa sorridere la notizia del possibile ritorno della DHL, società leader nella gestione di spedizioni e nella movimentazione di merci per via aerea, all'aeroporto 'Galileo Galilei'. Ma subito dopo il pensiero va a chi ha perso il posto di lavoro un anno fa. E' il segretario generale della Filt-Cgil di Pisa Goffredo Carrara ad intervenire sulla vicenda, sottolineando che "si tratterebbe un rafforzamento della capacità produttiva ed operativa dello scalo pisano che se attuato produrrebbe conseguenze positive in termini di stabilità e di prospettive occupazionali per tutto il personale impegnato in questa realtà produttiva. Tutto questo in un contesto di una crisi che, com’è noto a tutti, continua a colpire ampi settori dell’apparato produttivo della nostra provincia, con conseguenze drammatiche sul piano delle ricadute sociali".

Ed è proprio in questa prospettiva che la Filt-Cgil ricorda come l’abbandono dello scalo di Pisa da parte di DHL, un anno fa, abbia lasciato in una situazione drammatica i lavoratori della Cooperativa Minstral, che gestiva l’appalto, ancora in mezzo ad una strada e senza una prospettiva di lavoro, persone, tra l’altro, in possesso di un’alta professionalità maturata in anni di lavoro e attraverso numerosi percorsi di formazione previsti per questo tipo di attività e certificati da Enac.

"Per questo, in caso di una soluzione positiva della vicenda relativa al ritorno dell’attività di DHL nello scalo di Pisa - afferma Carrara - chiediamo un impegno, come Filt-Cgil, al sindaco di Pisa (in qualità di presidente del Patto Parasociale di sindacato che controlla Sat SpA in rappresentanza di tutti i soci di natura pubblica della società), alla stessa dirigenza Sat e a tutti i soggetti politici ed istituzionali interessati, affinché di questi lavoratori si facciano carico i soggetti cui sarà assegnata, nelle forme previste dalle norme vigenti, la gestione dell’attività. L’impegno della nostra organizzazione sarà fermamente determinato ad ottenere questo risultato. Il richiamo al senso di responsabilità e all’impegno su questo tema - conclude il segretario generale - è rivolto a tutti i soggetti interessati alla vicenda. L’obiettivo è consentire a questi lavoratori ed alle loro famiglie di uscire dal dramma sociale in cui si trovano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, torna la DHL, la Cgil: "Reimpiegare i lavoratori licenziati"

PisaToday è in caricamento