Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Cisanello / Via Paradisa

Cisanello, pazienti dializzati in protesta: "Nel nostro reparto allagamenti e topi"

La manifestazione martedì 4 ottobre di fronte all'ospedale: chiesto e ottenuto un incontro con il direttore generale dell'Aoup, con il quale è stato siglato un accordo per lo spostamento del reparto

Un momento della protesta

Circa una ventina di persone, tra pazienti dializzati, componenti dei Cobas ospedalieri e forze sociali e politiche cittadine (presenti Ucic-Prc e M5S), hanno manifestato questa mattina, martedì 4 ottobre, all'ospedale di Cisanello per chiedere ai vertici dell'Aoup una "nuova e più dignitosa collocazione del reparto dialisi". I manifestanti si sono riuniti intorno alle 9.30 in presidio di fronte all'edificio 30 c, dove si trova il reparto. Il corteo si è poi spostato con cartelli e striscioni di protesta fino all'edificio 200, dove sono collocati gli uffici della direzione ospedaliera. Qui hanno chiesto e ottenuto un incontro con il direttore generale dell'Aoup, Carlo Tomassini, per illustrare il loro progetto per una nuova collocazione della sezione dialisi.

"Inizialmente - afferma Tommaso Como, responsabile del comitato dializzati dell'Ospedale di Cisanello - ci hanno detto che il direttore non c'era. A quel punto abbiamo minacciato di occupare la direzione ospedaliera, e così ci è stato concesso l'incontro. A Tomassini abbiamo illustrato il nostro piano, un piano che gli è piaciuto e che si è detto disponibile a realizzare. Abbiamo quindi siglato un accordo che va in questa direzione. Giovedì mattina i tecnici dell'Aoup insieme alla direttrice del nostro reparto, la dottoressa Egidi, verificheranno la fattibilità del progetto".

La proposta elaborate dal comitato dei dializzati, con il supporto di diversi medici e della direttrice del dipartimento, Maria Francesca Egidi, prevede lo spostamento del reparto dialisi dal piano sotterraneo dell'edicio 30 c, dove si trova attualmente, al piano terra dello stesso edificio, dove al momento sono collocate alcune aule universitarie. "Uno spostamento - continua Como - dovuto a diversi motivi. Il reparto dialisi è infatti spesso soggetto ad allagamenti e copiose infiltrazioni d'acqua. E' accaduto ad agosto del 2015, quando è andata sott'acqua mezza città, ma altri episodi meno clamorosi si sono verificati anche recentemente. Ultimamente hanno iniziato a circolare nel reparto anche dei topi. Tutto questo in un ambiente che dovrebbe essere sterile al 100%".

Problematiche che riguardano circa un centinaio di pazienti. "Nell'ultimo anno e mezzo - prosegue Como - abbiamo più volte chiesto nuovi locali, partecipando a sedute in Consiglio Comunale e promuovendo interpellanze in Regione; abbiamo anche inoltrato due esposti, entrambi rimasti lettera morta, ad Usl e Vigili del Fuoco, invitando queste autorità a fare ispezioni all’interno del reparto. Abbiamo anche chiesto più volte un confronto con  i vertici ospedalieri che però ci è sempre stato rifiutato".

Nel corso di un'interrogazione in Regione i vertici dell'Aoup avevano prospettato uno spostamento del reparto all'edificio 5 dell'Ospedale di Cisanello. "Una proposta dal nostro punto di vista illogica - afferma ancora Como - poichè si trova dall'altra parte del complesso ospedaliero ed è molto decentrato rispetto alla collocazione attuale: è lontano dalla rianimazione, di cui molti pazienti hanno necessità visto che può capitare di andare in arresto cardiaco, e distante anche dalla Nefrologia da cui noi dipendiamo. Quindi l'edificio 5 è sicuramente da scartare. La nostra è una proposta logica e quasi a costo zero per l'Aoup, visto che si tratterebbe di spostare il reparto dai sotterranei al piano terra".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisanello, pazienti dializzati in protesta: "Nel nostro reparto allagamenti e topi"

PisaToday è in caricamento