Diritto allo studio, diritto all'abitare: "La Regione Toscana adotti delle misure straordinarie"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

L’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del Covid-19 sta avendo numerose ripercussioni sulla vita di studentesse e studenti universitari. La proroga della chiusura delle università e il blocco lavorativo ed economico del paese sta generando problematiche che ormai da settimane portiamo all’attenzione dell’amministrazione regionale.

Nella giornata di ieri, lunedì 30 marzo, abbiamo preso parte al tavolo di confronto con la Regione per discutere delle proposte in merito al diritto allo studio.

L’amministrazione regionale ha deciso di concedere la gratuità dell’alloggio ai beneficiari di una borsa semestrale che hanno dovuto posticipare la laurea a causa dell’emergenza sanitaria e a coloro che non possono ritornare a casa a causa del DPCM del 22 marzo. 

Alle nostre richieste e proposte rispetto all’emergenza del caro affitti che si acuisce nella situazione attuale e rispetto agli studenti che sono costretti a pagare l’alloggio in residenza ma non hanno le possibilità economiche per farlo è stato risposto in maniera fumosa senza nulla di definito.

Chiediamo quindi l’adozione di misure straordinarie che permettano alla componente studentesca di proseguire il proprio percorso universitario grazie all'istituzione di un fondo di contributo affitto accessibile a tutta la popolazione in difficoltà economica, tra cui studentesse e studenti fuori sede, come già proposto dall’appello nazionale promosso da Link Coordinamento universitario, Rete delle Conoscenza, Pensare Urbano e Unione Inquilini. Chiediamo inoltre la possibilità per tutti coloro che sono ad oggi alloggiati in una residenza universitaria di potervi rimanere gratuitamente fino alla fine del divieto di spostamento, senza l’obbligo di dover pagare i canoni retroattivi visto le difficoltà economiche in cui si possono ritrovare gli studenti e le studentesse.

Per dar voce a tali richieste, in vista del Consiglio Regionale di martedì 2 aprile alle ore 15, invieremo una lettere ai consiglieri del Consiglio per far sì che tali misure straordinarie vengano adottate:

  1. Contributo affitto straordinario per tutti gli studenti fuori sede 

  2. Gratuità dell’alloggio e dei pasti per gli studenti che dovrebbero rimanere a titolo oneroso all’interno della residenza e che stanno affrontando difficoltà economiche.

Sinistra Per

Studenti di Sinistra

Link Siena


 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento