Disordini al Don Bosco: solidarietà alla Penitenziaria dall'amministrazione

L'assessore alla sicurezza Bonanno ha ringraziato la Polizia in presidio alla struttura per l'intervento dei giorni scorsi

Anche alla casa circondariale di Pisa nei giorni scorsi si sono registrati disordini, sull'onda delle proteste che in tutta Italia si sono verificate, anche duramente, da parte dei detenuti per le misure restrittive messe in atto per il Coronavirus. Il sindaco Michele Conti ha espresso solidarietà al dott. Vincenzo Pennetti, Comandante di Reparto della Polizia Penitenziaria di Pisa, estendendo i ringraziamenti per il lavoro svolto a tutto il personale in forza al Don Bosco che, "con professionalità e con l’ausilio delle altre forze di polizia cittadine, è riuscito a contenere i disordini".

"Non sono scontati ma molto sentiti gli apprezzamenti alla polizia penitenziaria - dichiara l’assessore alla Sicurezza del Comune di Pisa Giovanna Bonanno - che lavorando all’interno del carcere svolgono per conto dello Stato e in favore di tutta la comunità un ruolo fondamentale per l’intera società. Soprattutto per questo siamo al fianco della Polizia Penitenziaria, pensando che i responsabili dei disordini devono essere identificati e puniti secondo la legge, poiché non si può stare a guardare passivamente chi mette in pratica azioni contro lo Stato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sul tema delle carceri è necessario avere risposte forti - conclude Bonanno - vista la situazione di criticità ormai strutturale e al di là delle rivolte scoppiate durante questa emergenza. Sicuramente la strada non è nella direzione che auspicano alcuni in queste ore ipotizzando indulti e scarcerazioni preventive, ma in interventi di sostegno alla Polizia Penitenziaria e al sistema della giustizia per garantire legittime detenzioni a chi ha commesso reati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 906 nuovi casi, 133 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento