Dispositivi salva-bambino: due mozioni approvate dal Consiglio Regionale

L'obiettivo è contrastare il fenomeno dell'abbandono dei piccoli in auto. Testi illustrati da Mazzeo (Pd) e Galletti (M5S)

Sono state approvate ieri, 24 ottobre, dal Consiglio Regionale della Toscana, due mozioni, illustrate da Irene Galletti (M5S) e Antonio Mazzeo (Pd), per intervenire sul tragico fenomeno degli abbandoni dei bambini in auto. Entrambe le mozioni sono state approvate all'unanimità.

La mozione dei Cinque Stelle muove dal regolamento di attuazione della normativa regionale in materia di educazione e istruzione a proposito dei servizi educativi della prima infanzia (l.r. n.32/2002). Tale regolamento è stato modificato a luglio scorso, con l’intento di introdurre nelle scuole “un sistema di rilevazione delle presenze anche informatizzato dei bambini del nido”. “Abbiamo chiesto la tempestività nella segnalazione della presenza dei bambini” ha spiegato Irene Galletti riferendosi al lavoro svolto in Commissione consiliare lo scorso settembre, considerando “l’importanza di questa comunicazione nella prevenzione del fenomeno dell’abbandono, che spesso avviene nel tragitto casa-nido”.

Di qui l’impegnativa della mozione M5S, che chiede alla Giunta di destinare risorse regionali, anche facendo ricorso a fondi statali comunitari, ai Comuni toscani per finanziare o cofinanziare “sistemi idonei che possano tempestivamente agire per prevenire i casi di abbandono involontario di bambini in auto, anche attraverso una campagna informativa sul territorio”. Galletti ha ribadito l’utilità della mozione che, ha detto, non sostituisce l’intervento dello Stato.

Antonio Mazzeo, primo firmatario della mozione Pd, ha affermato che l’atto presentato dal suo gruppo il 6 settembre scorso “andava anche oltre, chiedendo quanto prima un impegno al Governo”. Mazzeo ha, quindi, annunciato un’iniziativa da parte dell’Ufficio di presidenza del Consiglio, che martedì prossimo “discuterà una legge di propria iniziativa per cofinanziare, insieme alla Giunta, un sistema di rilevazione di presenze nei nidi”. Da parte del Consiglio, ha aggiunto il consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza, saranno messi a disposizione 100mila euro derivanti da risparmi effettuati in bilancio, in modo da consentire la piena attuazione alla modifica al regolamento approvata dalla Giunta a settembre.

Nel dispositivo impegna la Giunta ad attivarsi presso Governo e Parlamento, oltre che in Conferenza Stato Regioni, perché si possa arrivare in tempi rapidi all’approvazione di una specifica normativa, “finalizzata a rendere obbligatoria l’installazione nelle autovetture di idonei dispositivi salva bambino”. E anche a mettere in atto “ogni iniziativa utile” a sensibilizzare i Comuni affinché si impegnino, di concerto con gli istituti scolastici e con riferimento alle scuole o ai servizi dedicati alla fascia 0-3 anni, a valutare “modalità tempestive di avviso alle famiglie circa l’assenza non comunicata del minore”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Classe in meno alla scuola 'Agazzi', risponde l'assessore: "Polemica strumentale e immotivata"

  • Politica

    Pontedera: inaugurata la sede della Lega nell'ex circolo Pd

  • Cronaca

    Tragedia a Pisa, malore fatale in casa: morta giovane di 23 anni

  • Cronaca

    Vicopisano: contenitori per la raccolta differenziata all'IC Ilaria Alpi 

I più letti della settimana

  • Multata per aver viaggiato con l'auto con targa straniera: "Vittima di ingiustizia"

  • Multe ad auto con targa straniera: prime due sanzioni a Pisa per il 'Decreto Sicurezza'

  • Peccioli: riapre il parco preistorico dei dinosauri

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 19 e 20 gennaio

  • Corso Italia: rapinano l'Ovs e feriscono con un coltello il vigilante

  • Trovato e sequestrato a Pisa lo yacht 'fantasma' dell'imprenditore Moretti

Torna su
PisaToday è in caricamento