Cronaca

Autobus, corse saltate e mezzi pieni: "Risolvere i problemi al più presto"

Il presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni ha inviato una lettera ai vertici di Cpt e Ctt Nord per chiedere immediati provvedimenti per far fronte ai disagi che stanno vivendo gli utenti, soprattutto dopo l'inizio dell'anno scolastico

Risolvere, e presto, i disservizi nel trasporto pubblico locale segnalati dai cittadini in più punti della 'rete'. Questo il senso e il messaggio che, in modo risoluto, il presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni affida a una lettera, urgente, inviata in queste ore al presidente del Consorzio Pisano Trasporti, Mario Silvi, e al presidente del Compagnia Toscana Trasporti Nord, Alfredo Fontana e il cui contenuto è stato trasmesso, per conoscenza, anche ai sindaci dei comuni toccati dal servizio e all’assessore regionale alla mobilità, Vincenzo Ceccarelli.

Pieroni evidenzia in particolare “gli svariati problemi emersi, con l’avvio dell’anno didattico, nei collegamenti ‘da e verso’ i poli scolastici presenti nelle diverse aree del bacino provinciale: mancata effettuazione di corse (seppur previste dal piano d’esercizio disposto dalla Provincia), mancato rispetto degli orari, sovraffollamento”.
Tenuto conto che il trasporto pubblico locale, prosegue Pieroni, “è una funzione di primaria importanza, specie per le fasce più deboli della comunità, è necessario preservarne lo svolgimento con particolare riguardo all'utenza scolastica e lavorativa. La Provincia e i Comuni, con grande sforzo e senso di responsabilità, si sono adoperati affinché il servizio non subisse riduzioni, in confronto a quello degli anni passati, nonostante il momento di crisi e di diminuzione delle risorse che stiamo vivendo; e per questo il programma invernale in vigore dal 1° settembre 2014, compresi i ‘viaggi’ destinati alle scuole, è stato mantenuto invariato rispetto al 2013”.
Pieroni conclude ricordando “l'esigenza di attenersi completamente a quanto stabilito dalla Provincia e a quanto stabilito dalla normativa vigente” e invitando a “fornire entro il 30 settembre chiarimenti specifici sulle difficoltà riscontrate”. Occorre “superare le cause dei disservizi, che incidono sul diritto alla mobilità dei cittadini e devono essere messe in atto le necessarie azioni per un'immediata risoluzione del problema”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autobus, corse saltate e mezzi pieni: "Risolvere i problemi al più presto"

PisaToday è in caricamento