Cronaca

Distacco utenze idriche, Ucic-Rc: "L'accesso all'acqua è un diritto"

Il gruppo consiliare Una città in comune - Rifondazione Comunista sottopone al Consiglio Comunale gli interventi di Acque spa che, come sostengono gli stessi consiglieri Auletta e Ricci, sta staccando l'acqua a molti cittadini morosi

Mozione urgente presentata in Consiglio Comunale dal gruppo consiliare Una città in comune - Rifondazione Comunista per chiedere la cessazione della pratica dei distacchi delle utenze idriche. "Nelle ultime settimane, infatti, abbiamo avuto notizia di ripetuti interventi da parte del gestore Acque SpA che ha sospeso completamente diverse forniture anche in caso di morosità incolpevole, di fatto negando il diritto all'acqua, uno dei diritti fondamentali - affermano Marco Ricci e Ciccio Auletta - la crisi economica che attraversa tutto il paese sta creando anche nel nostro Comune sacche di povertà che fanno sì che sempre più famiglie non siano in grado di pagare i servizi necessari".

"Chiederemo quindi di discutere con urgenza la nostra mozione, in modo da sollecitare l'amministrazione comunale a prendere una posizione forte, tesa a tutelare cittadine e cittadini, garantendo l'accesso all'acqua anche a chi non si trova in possesso dei mezzi per pagare questo bene - aggiungono - abbiamo inoltre inserito la richiesta di salvaguardia degli obbedienti civili, i soggetti che si stanno auto-riducendo la bolletta in conformità coi risultati del referendum del 2011 purtroppo mai applicato, a cui Acque sta inviando lettere in cui si annuncia l’imminente distacco del servizio".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distacco utenze idriche, Ucic-Rc: "L'accesso all'acqua è un diritto"

PisaToday è in caricamento