menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alcolici di qualità per tutti i gusti: al bar I Portici debutta l'angolo dei distillati

L'idea del proprietario Massimo Scarselli ha già riscosso un'ottima risposta da parte della clientela. Dalle bottiglie di pregio ai distillati più commerciali: suggerimenti per il Natale per sostenere anche il commercio di vicinato

Le buone idee spesso nascono per caso, sono frutto di un'intuizione dettata dalle esigenze del momento e dall'incastro di fattori favorevoli. Prendete il primo lockdown e quello più soft inaugurato qualche settimana fa: moltissime attività commerciali hanno dovuto abbassare la saracinesca su disposizione delle autorità. I proprietari e i dipendenti si sono ritrovati così a casa senza un'occupazione e con un tempo libero a disposizione smisurato. Farsi prendere dallo sconforto, purtroppo, è una delle conseguenze ipotizzabili. Un'altra invece è quella di rimettere ordine fra le proprie cose e scoprire un vero e proprio tesoro.

Questa seconda strada è stata percorsa da Massimo Scarselli, proprietario del bar I Portici in centro a Cascina. "Durante le settimane di inattività ho riordinato la mia cantina e ho rispolverato una collezione di alcolici e distillati veramente grande". Da questa scoperta è nata l'intuizione: allestire un angolo all'interno del locale interamente dedicato all'esposizione permanente e alla vendita di questi prodotti. "Ho pensato che sarebbe potuto essere un suggerimento per un regalo di Natale differente dai consueti pacchi - spiega Massimo - e la risposta della clientela fin da subito è stata incredibile. C'è molta curiosità attorno a questi prodotti: sono bottiglie che catturano un interesse trasversale".

Si va infatti dalle bottiglie da collezione a quelle per veri e propri intenditori, passando per distillati più commerciali: una fascia di prezzo che si aggira dai 20 fino agli 80 euro per la marca o il distillato più pregiato. "Tutto quello che ho esposto è il risultato di circa dieci anni di vetrine improvvisate in sostituzione del banco dei gelati, una volta terminata la stagione specifica di questo prodotto - conclude Massimo - ho radunato tutte le bottiglie e le ho catalogate con un criterio logico. Alcune tipologie sono già terminate e ho dovuto ordinarle nuovamente perché sono molto richieste".

Proprio la richiesta da parte della clientela è l'aspetto che maggiormente ha colpito il proprietario del bar I Portici: "In un momento in cui tutti ci troviamo ad affrontare delle difficoltà enormi, con una crisi senza precedenti, riscontrare il supporto della gente comune, sia clienti affezionati che persone di passaggio, scalda il cuore e dà la forza per insistere in attesa di tempi migliori. Il sostegno ai negozi di vicinato, soprattuto sotto le Feste, è fondamentale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento