Cronaca

Municipio Beni Comuni: "Lo spazio è la città" rilancia le iniziative del Distretto 42

Guerra e crisi globale sono i temi del settembre del Distretto 42, che vuole rimettere al centro dell'agenda politica la militarizzazione dei territori e l'utilizzo degli spazi cittadini. Dibattiti ed iniziative a Pisa il 18, 19, 20 e 26 settembre.

Il cartellone si chiama "Lo spazio è la città. No War Games" e unisce cinema, dibattiti, un ciclotour e una piazza tematica per riaffermare la necessità di un ripensamento della gestione del territorio, sia sul lato cittadino che su quello nazionale. "Non c'è guerra senza crisi – sostengono i volontari del Municipio dei Beni Comuni – e viceversa. I gravi conflitti che insanguinano il pianeta sono il frutto di un complesso militare, industriale ed economico che sottrae risorse ai territori. Dobbiamo buttare fuori il sistema guerra dalle nostre città. A Pisa la guerra c'è: ci sono installazioni, caserme, armi, profughi. Vogliamo riconquistare i nostri spazi insieme alla città".

Si parte il 18 settembre a Palazzo Ricci con la proiezione di "Materia Oscura", testimonianza drammatica delle conseguenze delle attività militari nella base sperimentale a Salto di Quirra, nel sudest della Sardegna. Dalle 19 l'associazione sarda "Grazia Deledda" offrirà un aperitivo con prodotti tipici. Il 19 settembre alle 17 partirà dalle Logge di Banchi il "No War ciclotour", una maratona in bici che toccherà i luoghi sensibili dell'edilizia militare cittadina. Il 20 settembre si riuniranno per la "PeaceSpace" in Piazza San Martino le tante associazioni che appoggiano la lotta del Municipio. Dalle 16 ci saranno banchetti informativi e laboratori gratuiti per grandi e piccoli, mentre ci sarà un dibattito sulle armi chimiche seguito alle 18 dall'incontro "Disarmare la politica estera dell'Italia. Le campagne nazionali e la visione di una difesa civile". A seguire cena palestinese.

Il 21 settembre il Municipio parteciperà alla manifestazione nazionale a Firenze "Un passo di pace", insieme ai relatori intervenuti nei dibattiti come Francesco Vignarca, coordinatore nazionale Rete italiana per il disarmo, e Martina Pignatti Morano, presidente di Un Ponte per. Il 26 settembre si chiude la serie di iniziative con una cena sociale al Cep, dove si rilanceranno le manifestazioni per ottobre. A tutte queste iniziative ha dato il suo appoggio e parteciperà Una città in comune.

Sulla riapertura del Distretto 42 resta il silenzio delle istituzioni. "Il progetto caserme è fermo – spiegano gli attivisti – il Demanio ha le chiavi ma è burocraticamente fermo visto che il Ministero della Difesa non ha mai risposto alle nostre richieste. Sul territorio nazionale ci sono accordi con i Comuni per riutilizzare le caserme in disuso, solo a Pisa non si procede. Abbiamo l'impressione che non ci sia la volontà di farlo da parte dell'Amministrazione, nonostante il percorso previsto. Non può essere messa in secondo piano la volontà del quartiere, crediamo che le prossime iniziative possano riaffermare la centralità del tema degli spazi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio Beni Comuni: "Lo spazio è la città" rilancia le iniziative del Distretto 42

PisaToday è in caricamento