rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Giordano Bruno, 42

Distretto 42: improvviso sopralluogo dei militari alla ex caserma

Questa mattina, 28 marzo, senza alcun preavviso alcuni militari seguiti poi dalla Questura hanno effettuato una visita al complesso di via Giordano Bruno per una verifica degli spazi. Preoccupato il Municipio: "Porte aperte, ma no a blitz a sorpresa"

Momenti di preoccupazione per gli attivisti presenti al Distretto 42, poi sciolti con il dialogo. Questa mattina (28 marzo) alcuni militari si sono presentati senza preavviso alla ex Caserma Curtatone con l'intenzione di verificare lo stato dei luoghi e la messa in sicurezza della struttura. Accolta dai ragazzi del Distretto 42 la forza pubblica ha avuto libero accesso agli spazi interni ed al parco, con i volontari che illustravano loro le operazioni di riqualifica ancora in atto.

I militari all'entrata erano in possesso delle chiavi del bene, quelle stesse chiavi che il Municipio dei Beni Comuni aveva consegnato al Demanio Regionale ad inizio settimana. Si è quindi concretizzato il passaggio formale di responsabilità dal Demanio ai militari, con il risultato che, alla luce di questo sopralluogo ufficiale, i ragazzi del Distretto 42 si sentono riconosciuti dal Ministero della Difesa e dallo stesso Demanio come attuali custodi della struttura. Custodia effettivamente esercitata come soggetti attivi, non mancano di sottolineare dal Municipio, in contrapposizione alla precedente situazione di abbandono.

Preoccupa gli attivisti la mancanza di comunicazione fra loro e le istituzioni, aspetto che si è ripetuto anche in questo caso: "Premessa la nostra disponibilità ad accogliere chiunque, segnaliamo un'anomalia nei rapporti di comunicazione e trasparenza che fino ad oggi ha contraddistinto l'interlocuzione fra le parti in causa. Perché non siamo stati avvertiti dell'intenzione dei militari di fare questa verifica? La visita deve essere intesa come premessa per un eventuale blitz?".

"Ci domandiamo se sia un caso – proseguono dal Municipio – che il sopralluogo sia avvenuto proprio il giorno in cui scade il termine per il Ministero della Difesa per rispondere agli uffici del Demanio in merito all'utilizzo che lo stesso Ministero intende fare dell'ex caserma. Ora le chiavi sono in mano ai militari, appare ancora più chiaro che il Distretto 42 non è un problema di ordine pubblico. Allo stesso tempo si capisce come non ci sia urgenza allo sgombero. Speriamo che il dialogo prosegua nel segno della trasparenza che pure si è dimostrata possibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distretto 42: improvviso sopralluogo dei militari alla ex caserma

PisaToday è in caricamento