Studenti fuorisede senza mascherine: il sindaco consegna i dispositivi alle Università pisane

Michele Conti ha distribuito gli strumenti di protezione a Dsu, Scuola Sant'Anna e Scuola Normale: "Un doveroso segnale di sensibilità verso gli studenti fuorisede"

Arrivano rassicurazioni dal sindaco di Pisa Michele Conti sulla distribuzione delle mascherine agli studenti universitari che hanno denunciato il rischio di rimanere fuori dalla consegna dei dispositivi di sicurezza e dei buoni alimentari, in quanto pur vivendo a Pisa non risultano residenti in città.
Dall'amministrazione comunale un gesto di vicinanza agli universitari, rimasti in città 'bloccati' dal divieto di spostamenti dei decreti anti-Covid.

"Nei giorni scorsi - annuncia con un post Facebook il sindaco Conti - ho contattato i rettori delle tre Università per distribuire anche agli studenti le mascherine del Comune di Pisa. Stamani ne ho consegnate 2000 alla Scuola Normale di Pisa, alla Scuola Superiore Sant’Anna e alla sede pisana del DSU (Diritto allo studio universitario)".
"I dispositivi di protezione individuale - prosegue il primo cittadino - saranno distribuiti a studenti e dottorandi secondo le modalità decise in autonomia da ogni singola istituzione universitaria. Un doveroso segnale di sensibilità verso gli studenti fuorisede che sono dovuti restare a Pisa o che hanno deciso, diligentemente, di rimanere in città col manifestarsi dell’emergenza sanitaria".

"La Scuola Sant'Anna - ha spiegato la rettrice Sabina Nuti - sta proseguendo la sua attività, dato che le università rientrano tra i servizi essenziali, in particolare l'attività didattica sta proseguendo con la modalità delle lezioni on-line. Inoltre alla nostra scuola è rimasto aperto il collegio, anche se con numeri ridotti rispetto al normale. Sono rimasti a Pisa in questo periodo 65 studenti, si tratta di ragazzi che non sono potuti tornare a casa perché provengono da zone ad altissimo contagio oppure perché sono allievi all'ultimo anno di medicina, impegnati nella loro attività formativa. Per tutti loro il collegio è rimasto aperto e sono attivi i servizi essenziali come mensa e portierato. Colgo l'occasione per ringraziare il Sindaco Michele Conti per averci fornito le mascherine che adesso provvederemo a distribuire tra gli studenti. Sono dispositivi di sicurezza molto importanti per garantire agli allievi di potersi spostare dal collegio alla mensa e anche per i nostri operatori che tengono aperti servizi essenziali della ricerca che non si possono fermare e che stanno proseguendo con modalità che garantiscano la sicurezza di tutti".

"La Scuola Normale continua ad essere operativa - ha dichiarato il direttore Luigi Ambrosio - utilizzando nuove modalità di didattica a distanza, sia nello svolgimento dei corsi per gli studenti, sia nelle riunioni accademiche che procedono regolarmente. Ringrazio il sindaco di Pisa per aver pensato anche ai nostri studenti che sono rimasti qui a Pisa, sono circa 40 quelli attualmente ospitati nei nostri collegi, a cui adesso provvederemo a distribuire le mascherine".

Il Comune di Pisa ha iniziato lunedì la consegna delle mascherine ai cittadini, mentre un'altra fornitura verrà effettuata ai residenti da parte della Regione Toscana che, con ordinanza del governatore Enrico Rossi, ha stabilito l'obbligatorietà della mascherina in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, in presenza di più persone; nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente; e in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico, quando, in presenza di più persone, è obbligatorio il mantenimento della distanza sociale.

Mascherina obbligatoria in Toscana: i dettagli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

Torna su
PisaToday è in caricamento