menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Litorale: a Pasqua divieto di accesso alla spiaggia, controlli serrati in pineta

Nel lungo weekend di Pasqua particolare attenzione da parte delle forze dell'ordine sulla costa pisana per il rispetto del decreto anti-Covid

Saranno giornate in cui per i pisani, complice forse anche il bel tempo, il richiamo del litorale sarà forte. Un lungo weekend pasquale che, in una situazione normale, avrebbe dato il via all'esodo verso la costa, ma in piena emergenza Coronavirus, con decreto 'Io resto a casa' ancora in vigore, non sarà possibile rilassarsi lungomare.
A ribadirlo un'ordinanza firmata questa mattina dal sindaco Michele Conti: da sabato prossimo sarà vietato recarsi sul litorale pisano. Sono previste sanzioni da quattrocento a tremila euro che possono essere raddoppiate in caso di violazione reiterata al provvedimento che prevede il divieto di accesso e stazionamento sulle spiagge del litorale pisano. La misura tende a evitare così che già dal prossimo fine settimana con le festività della Pasqua e del Lunedì dell’Angelo, le persone possano riversarsi sull'arenile, creando occasioni di affollamento, in evidente contrasto con le finalità precauzionali insite nella normativa statale e regionale in corso per il contenimento della diffusione del virus Covid-19.

"Il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza di qualche giorno fa, insieme a prefetto, questore e agli altri rappresentanti delle forze di sicurezza e vigilanza sul territorio - spiega il sindaco Michele Conti - ha richiesto una stretta ancora più puntuale agli spostamenti soprattutto in previsione dei giorni delle festività della Pasqua, tradizionalmente vissuti in compagnia e in luoghi pubblici affollati quali il nostro litorale. Questa ordinanza è dunque un ulteriore deterrente per scoraggiare quanti, magari invogliati dal bel tempo previsto per il prossimo fine settimana, dovessero pensare di raggiungere il mare per mille cause diverse. Dispiace dirlo ma anche raggiungere la seconda casa o andare a fare una passeggiata sul mare non è ammesso dalle normative e pertanto sarà sanzionato. L’appello, dunque, è quello che da settimane stiamo ripetendo di rimanere a casa anche per questa Pasqua. Capisco che è un enorme sacrificio ma è l’unico modo che abbiamo tutti insieme per battere questo nemico invisibile che tanti dolori ha già provocato anche alla nostra comunità".

Il divieto di accesso sulle spiagge del litorale di Calambrone, Tirrenia e Marina di Pisa sarà a partire dalle ore 8 alle ore 20, dei giorni festivi e prefestivi, ad iniziare da sabato 11 aprile prossimo.

E in pineta?

Niente corsa o passeggiata nemmeno all'interno delle pinete del litorale: lì i controlli saranno intensificati dai Carabinieri Forestali che hanno notato già nei giorni scorsi strani movimenti. Episodi incresciosi infatti sono accaduti lungo i sentieri antincendio nelle pinete di Tirrenia e Marina di Pisa: molto probabilmente persone residenti nella zona hanno bloccato con rami e tronchi alcuni sentieri per ostacolare i controlli dei Forestali con i mezzi fuoristrada all'interno delle pinete dove molte persone vanno a camminare, correre ed in bici, allontanandosi così dalle vicinanze della propria abitazione e macinando chilometri. Vani però sono stati i tentativi di eludere i controlli.
Le forze dell'ordine intensificheranno anche nella macchia costiera l'attività di ispezione in concomitanza con le festività pasquali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Confcommercio in protesta a Firenze: "Una data per riaprire o lo faremo il Primo maggio"

  • Cronaca

    Coronavirus in provincia: oltre 30 nuovi casi in Valdera

  • Cronaca

    Contributi elettorali, l'ex governatore Rossi a processo per falso

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento